Me
La risposta ironica di Ikea alla vendita del quadro di Leonardo per 450 milioni di dollari
Condividi su:
ikea-risposta-ironia
Credit: Ikea

La risposta ironica di Ikea alla vendita del quadro di Leonardo per 450 milioni di dollari

Ikea ha rilasciato sul proprio profilo social ufficiale un'immagine pubblicitaria che mostra il dipinto in una cornice da 9,99 dollari

21 Nov. 2017
ikea-risposta-ironia
Credit: Ikea

L’azienda svedese di arredamento Ikea non ha fatto attendere la propria risposta, anche in questo caso ironica, dopo che la settimana scorsa il dipinto di Leonardo Da Vinci dal titolo Salvator Mundi è stato venduto all’asta per la cifra record di 450milioni di dollari.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Ikea ha rilasciato infatti sul proprio profilo social ufficiale un’immagine pubblicitaria che mostra il dipinto in una cornice da 9,99 dollari, con a fianco una didascalia che recita: “Quando spendi 450 milioni di dollari per un dipinto ma non ti piace la cornice”.

La pubblicità è stata realizzata assieme all’agenzia Acne, a cui l’azienda svedese si affida per creare questi spot divertenti. Di recente, il giorno successivo alla mancata qualificazione dell’Italia ai mondiali di calcio di Russia 2018, Ikea aveva ironizzato sullo stato di imminente disoccupazione del c.t. Gian Piero Ventura, affermando di essere pronta ad offrirgli una panchina al posto di quella che stava per perdere con l’esonero dalla Nazionale.

La cornice in questione si chiama Virserum che, forse non così casualmente, rimanda ad un’etimologia latina, ed è di colore oro. L’obiettivo è quello di rendere l’idea della competitività e della validità dei prodotti Ikea, allo stesso tempo economici e adatti anche ad un dipinto del valore di 450 milioni di dollari.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus