Me

Il ministro degli Esteri turco si è detto scioccato dal ritiro dall’atteggiamento statunitense sul ritiro dei miliziani dell’Isis da Raqqa

In un comunicato rilasciato dal ministero degli Esteri di Ankara, il governo turco si è detto ‘scioccato’ dall’approccio del dipartimento della Difesa degli Stati Uniti nei confronti di un accordo, rivelato ieri dalla BBC, tra la milizia siriana curda YPG e il sedicente Stato Islamico per il ritiro dei miliziani dell’Isis dalla città siriana di Raqqa.

“Considerando le dichiarazioni del portavoce della coalizione internazionale contro lo Stato Islamico e che il dipartimento della Difesa degli Stati Uniti non ha negato l’esistenza di detto accordo, ma al contrario hanno dichiarato di “rispettarlo”, tutto questo è spaventoso”, si può leggere nel comunicato rilasciato da Ankara.

“L’accordo in questione è un esempio del fatto che se si combatte una battaglia al fianco di un’organizzazione terroristica contro un’altra organizzazione terroristica, queste alla fine decideranno di cooperare tra loro”.

Il governo turco considera le milizie curdo siriane affiliate al Pkk, un’organizzazione considerata terroristica da Stati Uniti, Turchia e Unione europea.