Me

Il fenomeno Black friday

Tutti i dati, i trend del mercato e dei consumatori italiani in occasione della giornata degli sconti che dà il via agli acquisti dei regali natalizi

Immagine di copertina
Credit: Eduardo Munoz Alvarez

Mancano ormai pochi giorni al Black Friday 2017, l’evento ormai divenuto tra i principali nel corso dell’anno per moltissime aziende nel panorama delle vendite, che quest’anno cadrà il 24 novembre, come sempre nel giorno successivo al Thanksgiving day. Ma cosa significa Black Friday per le aziende? È davvero un evento che ha ormai preso piede nel mercato italiano? E come si comportano i consumatori?

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Queste le risposte che emergono dall’analisi dei dati del nostro mercato e dei dati interni forniti dalla piattaforma specializzata, Black-Friday.sale.

Che cosa funziona in Italia

I consumatori italiani hanno mostrato un interesse crescente per l’evento, con volumi di ricerca quasi triplicati tra il 2015 e il 2016 e aumentati di quasi 10 volte se si mette a confronto il 2016 con il 2014; basti pensare che nel 2016 tali volumi hanno raggiunto 1 milione e 830 mila unità (pari alla somma, per esempio, degli abitanti di Milano e Genova).

L’evento si conferma molto legato ai giganti dello shopping online, con una predilezione assoluta per Amazon, seguito nel nostro paese per popolarità presso i consumatori, da Unieuro, Zalando, Nike e Gamestop; perde terreno invece Ebay, in prima linea nel 2015 e ora rimpiazzato dai colossi settoriali sopra citati.

Leggi anche: Cos’è e com’è nato il Black Friday?

Se inizialmente gli italiani si limitavano a concentrare lo shopping del Black Friday su fashion e prodotti high-tech, con percentuali minime per gli altri settori, il fenomeno si sta ora ampliando, con fashion ed elettronica sempre in testa, ma affiancati da risultati rilevanti  anche per viaggi, beauty e benessere.

Italiani focalizzati sulle spese per la casa

Se tra il 2015 e il 2016 il volume di acquisti è nettamente aumentato, è calata leggermente la spesa media per ogni transazione, con un valore medio che si attesta a 63 euro per acquisto; casa e giardino è il settore per il quale gli Italiani sono ora disposti a spendere di più, con un incremento di spesa medio superiore ai 20 euro a transazione tra il 2015 e il 2016; a seguire elettronica, e viaggi.

L’ammontare medio di risparmio per i consumatori, ovvero il valore medio degli sconti si è aggirato nel 2016 intorno al 32,8 per cento, un punto percentuale in più rispetto all’anno precedente; i settori che hanno garantito le offerte migliori sono stati quello di fotografia e stampa (in  media -40,5 per cento), seguito da libri, film, musica e videogame (in media -35,8 per cento), e sport (in media -35,7 per cento).

Identikit del “consumatore” del Black Friday

L’Italiano che prende parte al Black Friday è mediamente di sesso femminile nel 59,9 per cento  dei casi, ha tra i 18 e i 34 anni (il 29 per cento ha tra  i 18 e i 24 anni, il 30 per cento ha tra i 25 e i 34 anni, il 22 per cento tra i 35 e i 44, il 12 per cento tra 45 e 54, il 5 per cento tra 55 e 64 e il 2 per cento più di 65 anni), e predilige lo shopping da smartphone nel 55 per cento dei casi, da pc nel 38 per cento e da tablet soltanto nel 7 per cento dei casi.

Si attesta qui una notevole differenza con i consumatori francesi, molto più legati al pc (79 per cento) e al tablet (13 per cento) rispetto allo smartphone, utilizzato per gli acquisti del Black Friday solo nell’8 per cento dei casi.

Interessante considerare inoltre come, in media, al crescere dell’età, aumenti anche il tempo impiegato nello shopping online, a conferma che i consumatori più giovani sono più familiari con le nuove tecnologie e hanno maggiore fiducia negli acquisti online.

Dal punto di vista geografico, la maggioranza delle transazioni online arriva dai residenti nelle principali città, con Roma in testa, seguita da Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze e Palermo.

Aspettative per l’evento 2017

Se i fatti continueranno a seguire il trend degli anni passati si prevede un giro di affari che per l’Italia potrà superare i 75 milioni di euro, facendo registrare un +15,9 per cento rispetto al dato 2016, di poco superiore alla crescita avvenuta nel 2016 rispetto al 2015 che si attestava a +15,6 per cento.

Lo studio

I dati contenuti nello studio sono dati interni forniti dal portale Black-Friday.sale e dati ricavati da Google Keyword Planner.