Me

L’Isis rivendica l’attacco nella metro di Londra

Immagine di copertina

Attraverso la sua agenzia di stampa ufficiale Amaq, l’Isis ha rivendicato la responsabilità dell’attacco terroristico avvenuto nella metro di Londra venerdì 15 settembre 2017.

A riferirlo è stata l’agenzia di stampa Reuters.

Alle 08:20 ora locale (09:20 in Italia), c’è stata un’esplosione a bordo di un vagone della metropolitana di Londra presso la fermata di Parsons Green, sulla District Line, nella zona ovest della capitale britannica, a Fulham.

Di seguito i punti più importanti su quello che sappiamo finora:

  • Almeno 22 persone sono rimaste ferite e sono state trasportate in ospedale. Nessuna risulta essere in gravi condizioni o in pericolo di vita
  • Le autorità considerano l’accaduto un attentato terroristico e riferiscono che l’esplosione è stata causata da un “ordigno esplosivo improvvisato”
  • La prima ministra Theresa May ha presieduto un vertice con il comitato anti-crisi Cobra, che ha lasciato invariato il livello di allerta terroristica nel Regno Unito
  • Sky News ha riferito che la polizia britannica ha identificato un uomo sospettato di essere il responsabile dell’attentato 
  • I governi di tutta Europa e di gran parte del mondo hanno già espresso la loro vicinanza al governo britannico e alle vittime dell’attacco di Parsons Green