Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

La spettacolare aurora boreale che ha illuminato i cieli della Lapponia

Questo fenomeno ottico è causato dall'interazione delle particelle cariche del vento solare con l'atmosfera terrestre

Immagine di copertina
L'aurora boreale nei pressi del villaggio finlandese di Pallas, in Lapponia. Credit: Alexander Kuznetsov/Reuters

I cieli della Lapponia, nella notte tra giovedì 7 e venerdì 8 settembre, sono stati testimoni di una spettacolare aurora boreale. Luci verdi, viola, rosa e gialle hanno colorato così la notte dei finlandesi che abitano a queste latitudini.

La rivista finlandese All about Lapland, una pubblicazione gratuita per turisti pubblicata due volte l’anno in inglese, russo e cinese, ha caricato sul proprio profilo ufficiale Instagram due foto e due video dello spettacolare evento astronomico ammirato dal villaggio di Pallas, nei pressi della città di Muonio.

L’aurora boreale è un fenomeno ottico dell’atmosfera terrestre, caratterizzato principalmente da bande luminose di colore rosso-verde-azzurro, detti archi aurorali. Questi possono comunque manifestarsi con un’ampia gamma di forme e colori, rapidamente mutevoli nel tempo e nello spazio.

L’aurora è spesso visibile soltanto in prossimità dei poli magnetici della Terra. Il fenomeno è causato dall’interazione delle particelle cariche di origine solare, dette “vento solare”, con l’atmosfera superiore terrestre.

Un post condiviso da All About Lapland (@allaboutlapland) in data:

Un post condiviso da All About Lapland (@allaboutlapland) in data:

Un post condiviso da All About Lapland (@allaboutlapland) in data:

Un post condiviso da All About Lapland (@allaboutlapland) in data:

Le luci ammirate in Lapponia hanno a che fare con le eruzioni stellari provenienti dal sole, che hanno causato una tempesta magnetica sulla Terra.

Nell’arco di una stessa giornata e a distanza di poche ore sono infatti avvenuti ben due cosiddetti “flares” o espulsioni di materiale stellare, che hanno causato un black-out delle comunicazioni radio intorno ai poli, a causa dei raggi X e ultravioletti giunti sul pianeta dal sole.