Me

I più bei borghi collinari d’Europa da vedere almeno una volta nella vita

Cnn ha selezionato 14 borghi d'Europa arroccati sulle colline da cui godere di panorami mozzafiato

Immagine di copertina

In Europa, a qualsiasi latitudine, è possibile imbattersi in paesi arroccati sulle colline da cui godere di una vista mozzafiato sul paesaggio sottostante. L’emittente televisiva statunitense Cnn ne ha selezionati 14 in Europa, di cui 3 in Italia: Bardi, in Emilia Romagna, Civita di Bagnoreggio, nel Lazio e Taormina, in Sicilia. Ecco l’elenco completo.

Monte di San Michele, Regno Unito

Si tratta di un’isola di fronte al grazioso villaggio di Marazion, in mezzo a Mount’s Bay, in Cornovaglia, sovrastata da un castello e una chiesa medievali risalenti al XII secolo. L’isola può essere raggiunta tramite una tratto di costa con la bassa marea.

Mont Saint-Michel, Francia

Mont Saint-Michel emerge dalle maree in Normandia, in Francia, come un antico villaggio di una favola. La città costiera costruita su una grossa roccia di granito si staglia imponente contro il cielo.
Forse il più famoso borgo arroccato su un’altura d’Europa, Mont Saint-Michel in Bretagna è sede di un monastero fin dall’VIII secolo. Con la bassa marea, i pellegrini possono camminare attraverso la sabbia e scalare i bastioni.

Oia, Santorini, Grecia

È una delle isole Cicladi, meta di turismo di massa. Oia si trova sulla sua punta settentrionale, e offre un panorama di case bianche, mulini a vento e tetti azzurri. Poche isole greche possono vantare un tramonto più bello di quello visibile da Oia. Ancora più bello se ammirato con una birra Mythos ghiacciata in mano, suggerisce la Cnn.

Heptonstall, Yorkshire, Inghilterra

Arroccato sopra la città di Hebden Bridge, le strade acciottolate di Heptonstall conservano un’atmosfera spettrale e mistica. Le rovine di una chiesa del XII secolo si affacciano sulla valle, mentre l’antico cimitero è il luogo di sepoltura della poetessa Sylvia Plath.

Bardi, Italia

Bardi, in Emilia Romagna, è dominata dal castello dei Landi, risalente al IX secolo, che si affaccia sulla Valle del Ceno. A vederla dal bassi la cittadina, non lontana da Parma, sembra impossibile da raggiungere. I bastioni del castello sono costruiti sulla roccia pura. Cnn consiglia di indulgere nella cucina locale.

Beaumes-de-Venise, Francia

Sorseggiando un bicchiere di Cotes du Rhone, con vista sui vigneti sottostanti, è difficile non innamorarsi di Beaumes-de-Venise. La via del vino, che attraversa questa parte della Provenza, offre una vista mozzafiato sulle rocce di Dentelles de Montmirail, alle pendici del Mont Ventoux. Le stradine si snodano fino a raggiungere le rovine di un castello del XII secolo.

Bad Gastein, Austria

Nel cuore delle Alpi austriache, Bad Gastein ha una lunga storia come città termale. Le acque termali di primavera attirano migliaia di visitatori all’anno, ma la sua posizione sulle montagne e la sua vicinanza con la cascata di Gastein la rendono una meta per gli scalatori, gli sciatori e gli avventurieri. I suoi hotel Belle Époque la rendono inoltre uno dei villaggi più affascinanti dell’Austria.

Arcos de la Frontera, Spagna

I pueblos blancos dell’Andalusia sono tra i villaggi più sorprendenti (e arroccati) d’Europa. E Arcos è il più famoso. Con un castello moresco risalente all’XI secolo, una serie di chiese e costruzioni caratteristiche e, naturalmente, le classiche case bianche, Arcos è un villaggio che stupisce.

Grindelwald, Svizzera

All’ombra del monte Eiger, Grindelwald è probabilmente il paese più bello della Svizzera. I suoi classici chalet in legno si trovano tra le più alte montagne delle Alpi, rendendola l’ultima destinazione per gli sciatori in inverno. Gli escursionisti e gli alpinisti vi si recano nei mesi estivi cercando di conquistare le vette o semplicemente per percorrere i 300 chilometri di sentieri circostanti, con viste mozzafiato.

Civita di Bagnoregio, Italia

Civita di Bagnoregio è la città che muore. Il borgo, abitato da almeno 2.500 anni, sta lentamente scomparendo. Oggi, il turismo mantiene questo bellissimo villaggio collinare vivo. La splendida chiesa di San Donito si può ammirare per chilometri dalla valle del Tevere.

Groznjan, Croazia

La penisola istriana della Croazia è piena di villaggi collinari. Ma nessuno è così accattivante come Groznjan. È soprannominato “la città degli artisti” a causa del gran numero di musicisti, pittori e pensatori che si sono trasferiti qui negli anni ’50. La vista sulla valle di Mirna e le sue chiese barocche ne fanno una meta imperdibile.

Medina, Malta

La capitale di quest’isola del Mediterraneo è ancora delimitata dalle sue antiche mura. Vari ordini religiosi mantengono una forte presenza nei monasteri e nei conventi di Medina. I palazzi costruiti dai conquistatori normanni e spagnoli ne dominano lo skyline.

Taormina, Sicilia, Italia

Una tappa fondamentale del classico Grand Tour del XIX secolo, Taormina ancora attrae migliaia di turisti. Dalle sue terrazze è possibile ammirare il blu intenso del mare sottostante; il Teatro Antico, il secondo teatro greco della Sicilia; e una vista sul vulcano Etna. La Cnn la definisce “un vero gioiello su un’isola piena di tesori”.

Monsaraz, Portogallo

Considerato uno dei più antichi insediamenti in Portogallo, Monsaraz ha visto passare una serie di conquistatori negli anni, dai Mori ai Visigoti. Oggi, dal suo castello del XIV secolo e dalle mura del villaggio si può godere di una vista sugli oliveti circostanti e sulla vicina diga di Alqueva.