Me

Trump ha detto che il tempo del dialogo con la Corea del Nord è finito

Immagine di copertina

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato tramite un tweet che il tempo del dialogo con la Corea del Nord è finito.

Nel messaggio pubblicato sul social network nella giornata di mercoledì 30 agosto, infatti, ha scritto: “Per 25 anni gli Stati Uniti hanno parlato con la Corea del Nord, pagando denaro estorto. Parlare non è la risposta!”.

Dialogare con Pyongyang non è la risposta giusta per la crisi nordcoreana, questo è quanto esprime chiaramente l’inquilino della Casa Bianca, in seguito all’incontro avuto con il premier giapponese Shinzo Abe all’indomani del lancio del missile nordcoreano che ha sorvolato il Giappone lo scorso 29 agosto.

Non era immediatamente chiaro che cosa intendesse Trump con l’espressione “danaro estorto”, secondo la Cnn, il riferimento è agli aiuti economici e umanitari offerti dalle precedenti amministrazioni statunitensi al regime della Corea del Nord per cercare di disinnescare le tensioni nucleari e frenare così i programmi nucleari di Pyongyang.

Il segretario alla Difesa, Jim Mattis, intanto non esclude una soluzione diplomatica per la crisi nordcoreana.

Poche ore dopo il tweet di Trump, infatti, il il segretario del Pentagono ha detto ai giornalisti che “le soluzioni diplomatiche non si sono mai esaurite”, secondo quanto riferito dai media statunitensi.

La Corea del Nord di recente ha eseguito numerosi test missilistici, l’ultimo è proprio quello avvenuto il 29 agosto, quando un missile è stato lanciato dalla regione di Sunan, vicino alla capitale nordcoreana di Pyongyang poco prima delle 6:00 di mattina, ora locale.