Me

Trump ha abolito un provvedimento contro le inondazioni pochi giorni prima dell’uragano Harvey

Proprio prima che la tempesta si abbattesse sulla costa del Texas, il presidente Usa ha disposto la cancellazione di una serie di misure volute da Obama

Immagine di copertina

Era il giorno di Ferragosto quando in una conferenza stampa il presidente degli Stati Uniti Donald Trump annunciava di aver firmato un ordine esecutivo per eliminare alcuni provvedimenti contro le inondazioni voluti dal suo predecessore, Barack Obama. Quel giorno, la stampa statunitense era impegnata nel racconto degli scontri tra i suprematisti e gli antirazzisti in Virginia, così pochi giornali nazionali hanno dato risalto alla notizia.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Dieci giorni dopo, l’uragano Harvey si è abbattuto sulla costa del Texas, diventando una tempesta di dimensioni imponenti, provocando decine di vittime e milioni di dollari di danni. In poche ore sul terreno è caduto oltre un metro e 20 centimetri di pioggia, un livello mai registrato prima in Texas.

– LEGGI ANCHE: Cosa sta succedendo in Texas con l’uragano Harvey

Il decreto esecutivo di Trump, come riporta il quotidiano britannico The Independent, è stato adottato nel tentativo di far approvare più velocemente i progetti delle infrastrutture.

Tra i provvedimenti che il decreto ha abolito, c’è anche il Federal Flood Risk Management Standard, una misura introdotta nel 2015 da Barack Obama che avrebbe reso più difficile, per le agenzie federali, la costruzione di strade, ponti e altre infrastrutture in aree soggette ad allagamenti.

I piani per questi progetti avrebbero dovuto tener conto per legge dell’impatto dei cambiamenti climatici ed essere costruiti tenendo conto dei possibili futuri sviluppi nella situazione climatica. Le nuove regole, che non erano ancora entrate in vigore, ora non vedranno più la luce.

– LEGGI ANCHE: Gli abitanti del Texas portano in salvo gli animali dall’uragano Harvey