Me

Scontro tra una nave militare statunitense e una petroliera al largo di Singapore

Si tratta della seconda collisione che ha coinvolto una nave della Marina americana negli ultimi mesi. In seguito all'incidente risultano dispersi dieci marinai.

Immagine di copertina

Dieci marinai risultano dispersi e cinque feriti dopo che un cacciatorpediniere americano e una petroliera si sono scontrati a largo della costa di Singapore. Lo ha reso noto la Marina militare statunitense.
La nave militare statunitense, la USS John S McCain era in navigazione a est di Singapore e si preparava a fermarsi nel porto quando è avvenuta la collisione con la nave battente bandiera liberiana, nei pressi dello stretto di Malacca.

È in corso un’operazione di ricerca e salvataggio dell’equipaggio. Si tratta della seconda collisione che ha coinvolto una nave della Marina americana negli ultimi mesi.

La nave cisterna con cui si è scontrata, Alnic MC, ha subito danni a un serbatoio vicino alla parte anteriore della nave 7 metri sopra la linea di galleggiamento, ma nessuno dei suoi membri dell’equipaggio è rimasto ferito e non ci sono state fuoriuscite di petrolio. La nave stava trasportanto 12mila tonnellate di petrolio da Taiwan a Singapore.

La petroliera con le sue 30mila tonnellate è tre volte più grande della USS John S McCain.

Gli elicotteri militari statunitensi, e le navi della guardia costiera di Singapore e della Malesia stanno attualmente effettuando operazioni di ricerca e salvataggio.

Quattro dei cinque marinai feriti risultano in gravi condizioni e sono stati trasferiti in un ospedale di Singapore.

Il presidente americano Donald Trump ha scritto un tweet di vicinanza ai marinai:

Pensieri e preghiere per i nostri marinai della @USNavy a bordo del #USSJohnSMcCain dove sono in corso i tentativi di ricerca e salvataggio.