Me
Almeno 23 persone sono morte in India per il deragliamento di un treno
Condividi su:

Almeno 23 persone sono morte in India per il deragliamento di un treno

Il bilancio ufficiale delle vittime al momento parla di 10 morti e oltre 150 feriti. L'incidente ha coinvolto un convoglio che collega due importanti mete di pellegrinaggio induista

19 Ago. 2017

Un treno è deragliato nello stato settentrionale indiano dell’Uttar Pradesh, uccidendo almeno 23 persone e ferendone oltre 150, di cui 58 versano in gravi condizioni. A riferirlo è stata l’agenzia di stampa Reuters, che cita fonti ufficiali del governo locale.

“Diverse carrozze sono uscite dai binari nei pressi della stazione ferroviaria di Khatauli, vicino alla città di Muzaffarnagar, a nord della capitale Nuova Delhi” ha detto all’agenzia di stampa Reuters, Ajay Kumar Sahdev, sovrintendente aggiunto della polizia della città indiana.

Il convoglio appartiene alla linea Utkal Express, che collega due importanti mete di pellegrinaggio induista, Haridwar, nel nord del paese e Puri, sulla costa centro orientale dell’India, percorrendo oltre 2378 chilometri.

Il ministro delle ferrovie indiano, Suresh Prabhu, ha affidato a Twitter le sue dichiarazioni. “Ho già ordinato un’inchiesta per accertare le cause dello sfortunato incidente”, ha detto Prabhu sul suo profilo personale. “Saranno prese azioni dure contro qualunque negligenza”.

 

Il ministro capo dello stato più popoloso del paese, Yogi Adityanath, ha detto che tutti i soccorsi saranno immediatamente attivati.

Secondo quanto riferisce il canale televisivo NDTV, 50 persone sono già state salvate dai rottami del treno deragliato.

Nel marzo 2016, un altro incidente ferroviario nello stesso Uttar Pradesh, uccise 39 persone causando almeno 150 feriti. Negli ultimi 25 anni sono stati centinaia i morti in incidenti ferroviari in India.

Due treni si sono scontrati ad Alessandria d’Egitto, 42 morti

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus