Me

Tutti i numeri sulla sicurezza e sui reati in Italia

A Ferragosto il ministro dell'Interno Marco Minniti ha annunciato che rispetto al 2016 c'è stata una diminuzione dei reati. Ecco i dati, divisi per categoria

Immagine di copertina

Il 15 agosto il ministro dell’Interno Marco Minniti ha tenuto una conferenza stampa per fare il punto su alcuni temi, dalla sicurezza alla lotta alla criminalità organizzata, dal terrorismo alla violenza di genere in Italia, nel tradizionale Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica di Ferragosto.

Minniti ha definito l’Italia un paese accogliente, tranquillo e con buoni livelli di sicurezza.

Rispetto al 2016, i delitti sono diminuiti del 12 per cento, gli omicidi del 15 cento e quelli riconducibili alla criminalità organizzata del 41 per cento. Il ministro ha aggiunto che è necessario “fare di più perché il nostro compito è avvicinare questi numeri al sentimento dell’opinione pubblica e perché le politiche di sicurezza si misurano soprattutto con il sentimento percepito dai cittadini”.

Qui invece il dettaglio delle operazioni delle Forze dell’ordine ai danni della criminalità organizzata.

Nei primi mesi sono state 67 le espulsioni, con un aumento dell’81 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Secondo il ministro Minniti, il trend positivo “è dovuto a un complesso di attività, in particolare, grazie a quella messa in campo dal Comitato di analisi strategica antiterrorismo – struttura unica in Europa – che tiene insieme le Forze di polizia e dell’Intelligence. Lo scambio di informazioni in tempo reale è fondamentale, e può dare risultati straordinari”.