Me

La polizia belga non ha rinvenuto alcun esplosivo nel veicolo contro il quale ha aperto il fuoco a Molenbeek

Immagine di copertina

La polizia belga ha riferito di non aver trovato tracce di esplosivo nell’auto contro la quale ha aperto il fuoco durante un inseguimento ad alta velocità martedì 8 agosto 2017. Non sono state ritrovate tracce di alcun attacco pianificato.

L’inseguimento è avvenuto a Molenbeek, comune della capitale Bruxelles noto per essere abitato da una grande comunità musulmana e per essere stato il covo di diversi terroristi a partire da Salah Abdeslam, uno degli autori dell’attentato di Parigi del 13 novembre 2015.

Il guidatore, fermato dalle forze dell’ordine, è una persona mentalmente instabile, secondo quanto riferito da un portavoce degli inquirenti. L’uomo si era rifiutato di scendere e aveva detto di avere dell’esplosivo a bordo prima di iniziare l’inseguimento.

Bruxelles è una città che da quasi due anni vive in allerta terrorismo. Nel 2015, dopo gli attentati di Parigi, la città fu letteralmente chiusa e presidiata per giorni dalla polizia per il timore di un attentato, mentre nel marzo 2016 è stata colpita da un duplice attacco all’aeroporto di Zavantem e alla stazione della metropolitana di Maalbeck, rivendicato dall’Isis.