Me
Il Giappone dice che la Corea del Nord ha lanciato un missile nelle sue acque territoriali
Condividi su:

Il Giappone dice che la Corea del Nord ha lanciato un missile nelle sue acque territoriali

Lo riportano i media locali e il primo ministro Shinzo Abe. Se confermato, sarebbe il 14esimo test missilistico nordcoreano da inizio 2017

28 Lug. 2017

La Corea del Nord ha condotto un nuovo test missilistico, secondo quanto riportano i media locali giapponesi e sudcoreani.

Il missile sarebbe atterrato nelle acque territoriali del Giappone, ha annunciato l’emittente giapponese NHK citando funzionari del governo.

Anche il primo ministro del paese asiatico Shinzo Abe, che ha confermato la notizia, ha già richiesto un incontro tra i membri del consiglio di sicurezza nazionale.

Le autorità della Marina statunitense hanno confermato che è stato intercettato il lancio di un missile balistico partito dalla Corea del Nord.

Si tratta del 14esimo test missilistico condotto dal regime nordcoreano nel 2017.

A inizio luglio, in concomitanza con il giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti del 4 luglio, Pyongyang ha annunciato di aver condotto con successo per la prima volta il test del lancio di un missile balistico intercontinentale, in grado secondo alcuni esperti di raggiungere le coste dell’Alaska.

Questo test è solo l’ultimo di una serie di test condotti dalla Corea del Nord, ignorando completamente le normative internazionali delle Nazioni Unite.

Da alcuni giorni c’erano state speculazioni circa il fatto che la Corea del Nord avrebbe condotto un altro test missilistico intorno al 27 di luglio, in occasione dell’anniversario dell’armistizio che portò alla fine della guerra civile in Corea  (1950-53).

Per la prima volta dal 2014, a inizio luglio, la Corea del Sud ha intrapreso i primi passi per intavolare una negoziazione con la Corea del Nord, ma il regime di Pyongyang non ha risposto all’invito.

– LEGGI ANCHE: Cosa succederà ora tra Corea del Nord e Stati Uniti?

– VEDI ANCHE: Le foto scattate di nascosto in Corea del Nord da un fotografo francese

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus