Me

La Camera ha approvato la proposta di legge per l’abolizione dei vitalizi

Immagine di copertina

La Camera dei deputati ha approvato la proposta di legge Richetti sull’abolizione dei vitalizi dei parlamentari. Il testo, approvato a Montecitorio con 348 voti a favore, 17 contrari e 28 astenuti, passerà adesso al Senato. Hanno votato a favore Pd, Lega, M5S, FdI.

Dalla prossima legislatura i criteri anagrafici per la pensione dei parlamentari saranno quelli della legge Fornero. Lo prevede l’emendamento della commissione alla pdl Richetti approvato dall’Aula della Camera. Oggi il vitalizio viene maturato al compimento del sessantacinquesimo anno di età. L’adeguamento alla legge Fornero comporterà un aumento dei requisiti anagrafici richiesti per l’accesso all’assegno mensile.

Un altro emendamento prevede che sarà sospesa la prestazione del vitalizio per il parlamentare che sia chiamato a ricoprire un incarico “istituzionale per il quale la Costituzione o altra legge costituzionale prevedano l’incompatibilità”.

“Sono soddisfatto, il voto è stato quasi all’unanimità,  significa che il lavoro effettuato ha prodotto un consenso molto importante”, ha detto Matteo Richetti del Pd, primo firmatario della proposta.