Me
Perché le zanzare pungono alcune persone più di altre
Condividi su:
A female Aedes aegypti mosquito is shown in this 2006 Center for Disease Control (CDC) photograph released to Reuters on October 30, 2013. REUTERS/James Gathany/CDC/Handout via Reuters/Files

Perché le zanzare pungono alcune persone più di altre

Nei mesi estivi, molti diventano il bersaglio prediletto per questi insetti. Ecco alcune ragioni che ne spiegano il motivo

21 Lug. 2017
A female Aedes aegypti mosquito is shown in this 2006 Center for Disease Control (CDC) photograph released to Reuters on October 30, 2013. REUTERS/James Gathany/CDC/Handout via Reuters/Files

Non esiste un unico fattore a determinare chi siano le prede più appetibili per le zanzare. Si tratta di una combinazione di fattori e con tutta probabilità, cambiando leggermente il nostro comportamento, possiamo evitare di diventare il bersaglio prediletto delle punture di questi insetti.

I fattori per cui alcune persone sono colpite più di altre non sono universali e non valgono allo stesso modo in ogni paese del mondo. Anche se non sempre siamo in grado di accorgercene non tutte le zanzare sono uguali ma, come ogni animale, sono divise in specie differenti che vivono in diverse aree del mondo.

Questi insetti sono considerati in certe circostanze anche pericolosi, perché attraverso le loro punture contribuiscono a diffondere alcuni virus, come lo Zika, la malaria e il dengue.

Negli anni una serie di riviste scientifiche, tra cui The Lancet e il Medical Journal of Entomology, hanno delineato una serie di fattori che ci rendono particolarmente appetibili alle zanzare. Ecco alcune di queste ragioni:

• Le persone che emettono maggior anidride carbonica quando respirano sono più appetibili per le zanzare. Quest’ultime sono attratte dalla sostanza che emettiamo respirando, e riescono a fiutarla anche a più di 150 metri di distanza. Le persone che hanno uno scambio ossigeno/anidride carbonica maggiore – come quelle in sovrappeso o incinte – risultano essere più colpite dalle punture.

• Le persone con gruppo sanguigno 0 attraggono maggiormente le zanzare, preferendolo a quelle di gruppo B e A.

• Le donne sono più frequentemente vittime di punture più grandi e più fastidiose rispetto agli uomini.

• Fare attività fisica produce nei muscoli l’acido lattico. Le zanzare sono attratte dal suo odore, contenuto nel sudore insieme all’ammoniaca e all’acido urico.

• Le persone con una più ampia varietà di batteri sulla propria pelle attraggono in maniera maggiore le zanzare rispetto agli altri. Questo spiegherebbe perché zone intorno a piedi e caviglie – ossia quelle più ricche di colonie di batteri – siano le più appetibili per le punture.

• Alcuni studi rivelano che dopo aver bevuto una birra si hanno maggiori probabilità di essere punti. Non è chiaro il motivo, ma potrebbe dipendere dall’etanolo o perché gli alcolici aumentano la temperatura corporea.

• Alcuni geni rendono le persone più attrattive per i fastidiosi insetti e fanno sì che queste persone reagiscano in modo peggiore alle punture rispetto agli altri.

Questo video mostra come funziona il meccanismo delle punture di zanzara:

– LEGGI ANCHE: La zanzara geneticamente modificata che sconfiggerà la malaria

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus