Me
Il leader dei Linkin Park si è suicidato
Condividi su:
chester bennington
Credit: Reuters

Il leader dei Linkin Park si è suicidato

Il corpo del frontman del famoso gruppo rock è stato rinvenuto nella sua casa di Palos Verdes, vicino Los Angeles

20 Lug. 2017
chester bennington
Credit: Reuters

Chester Bennington, cantante leader della band rock Linkin Park, si è suicidato nella sua casa del sud della California. A riferirlo è il sito statunitense che si occupa di notizie sulle celebrità TMZ.

Bennington, 41 anni, si è impiccato nella sua casa di Palos Verdes vicino Los Angeles. Le autorità di Palos Verdes non hanno potuto confermare la notizia del suicidio.

Il portavoce del dipartimento di polizia Greg Robinson ha dichiarato che il corpo è stato ritrovato intorno alle 9:00 del mattino di giovedì 20 luglio.

Bennington era sposato e aveva 6 figli, avuti da 2 mogli diverse. Il cantante ha lottato per anni con la dipendenza da droghe e alcool. In passato aveva dichiarato di aver considerato il suicidio perché era stato abusato da bambino.

Bennington era molto vicino a Chris Cornell, cantante degli Audioslave, che si suicidò a maggio. Oggi sarebbe stato il 53esimo compleanno di Cornell e il leader dei Linkin Park aveva scritto una lettera aperta a Cornell il giorno del suo suicidio.

I componenti della band Linkin Park non hanno ancora commentato l’accaduto.

LEGGI ANCHEÈ morto il cantante dei Soundgarden Chris Cornell

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus