Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

TPI al Web Marketing Festival

Il 23 e 24 giugno TPI ha preso parte al WMF. Un ringraziamento agli organizzatori e a tutti i partecipanti del maggiore evento italiano di settore.

Immagine di copertina
L'area espositiva

Il 23 e il 24 giugno oltre 6.000 partecipanti giornalieri hanno riempito il Palacongressi di Rimini per prendere parte alla quinta edizione del Web Marketing Festival, per due giorni in cui ospiti di rilievo e addetti ai lavori hanno esplorato la realtà e le potenzialità del digitale in Italia. Nel corso dell’evento ospiti come Neri Marcoré, Modena City Ramblers, Federica Angeli e esponenti di Google e Microsoft hanno trattato fake news, immigrazione, mafia e digitale, trasformazione digitale. Nelle stesse parole dell’organizzatore del WMF, e CEO di Search On Media Group, Cosmano Lombardo, Il Web Marketing Festival può considerarsi una vera e propria agorà del digitale” che “tocca tutti i mondi a esso connessi tra cui no profit, legalità, musica, innovazione, industry 4.0, accessibilità, startup e sicurezza Internet”.

Oltre ai partecipanti, in costante aumento nel corso delle edizioni, hanno preso parte all’evento più di 100 tra espositori e partner. Come parte dell’evento i partecipanti e le aziende hanno avuto uno spazio dedicato in cui incontrarsi e dove sono stati svolti oltre 150 colloqui di lavoro. Grazie a una piattaforma di business matching invece sono stati organizzati 200 incontri tra aziende e potenziali clienti. Più di 300 invece le startup candidate alla Startup Competition vinta da Watly, un sistema innovativo sistema di depurazione dell’acqua. Il premio del pubblico è stato aggiudicato a TOMMI, un progetto nato per offrire supporto terapeutico ai pazienti oncologici bambini tramite la realtà virtuale.

Assieme alle opportunità professionali offerte dal Festival, l’evento ha dato forte risalto anche a temi relativi alla cosiddetta responsabilità digitale e sociale (Digital and Social Responsibility) ospitando Unicef e Save the Children per raccontare come gestiscono la comunicazione in periodi di crisi le ONG coinvolte nel salvataggio dei migranti nel Mediterraneo, promuovendo una raccolta fondi a favore dell’Associazione Scientifica Retinoblastoma e Oncologia Oculare, e celebrando i 40 di Radio Aut, la stazione fondata da Peppino Impastato, la musica dei Modena City Ramblers e un panel su mafia e digitale.

TPI ha contribuito alle attività del festival con tre interventi. Il direttore Giulio Gambino ha preso parte alla tavola rotonda su fake news e giornalismo digitale, evidenziando gli sforzi intrapresi da TPI per offrire informazioni accurate sui social media. Federica Calderoni ha presentato l’approccio del giornale in tema di content marketing e i progetti per coinvolgere i partner commerciali in nuove soluzioni comunicative. Giulio Alibrandi ha presentato TPI Plus, il programma membership di The Post Internazionale che sarà lanciato nelle prossime settimane e ha illustrato le sfide nell’implementare un programma di membership in una testata online indipendente.

La prossima edizione del Web Marketing Festival sarà il 21, 22 e 23 giugno 2018 e si terrà per la prima volta sull’arco di tre giorni.