Me

Il tennista Andy Murray ha interrotto un giornalista per una domanda sessista

Il numero uno al mondo, appena eliminato dal torneo di Wimbledon, è stato elogiato per aver difeso le sue colleghe durante una conferenza stampa

Immagine di copertina

Dopo aver perso contro Sam Querrey al quinto set ai quarti di finale di Wimbledon, il giocatore numero uno al mondo di tennis, Andy Murray, è stato intervistato in conferenza stampa da un giornalista statunitense.

Quest’ultimo, nel fargli una domanda, l’ha introdotta affermando che Querrey fosse “il primo giocatore statunitense a raggiungere le semifinali dal 2009”.

Tuttavia, Serena Williams, tennista statunitense, è andata in semifinale, e anche oltre, almeno quattro volte da allora e la sorella Venus ha raggiunto lo stesso traguardo 24 ore prima di Querrey.

Senza scomporsi un attimo, e senza lasciare che il giornalista finisse la domanda, Murray lo ha subito corretto: “Un tennista uomo”, riferendosi al fatto che Querrey tutt’al più fosse il primo tennista uomo a entrare in semifinale a Wimbledon dal 2009, visto che il traguardo era stato abbondantemente superato da Williams.

Il commento di Murray è stato apprezzato dai suoi fan, per il sostegno che dare al tennis femminile la stessa dignità di quello maschile, approccio non condiviso da molti.

L’episodio arriva alcuni giorni dopo che l’ex tennista John McEnroe era stato al centro di una polemica per aver detto che se Serena Williams avesse giocato contro gli uomini sarebbe stata 700esima in classifica.

Non è la prima volta che Murray corregge un giornalista a causa del sessismo di una domanda. Alle Olimpiadi di Rio del 2016 un giornalista della Bbc chiese a Murray: “Sei la prima persona ad aver vinto due medaglie d’oro olimpiche, è un’impresa straordinaria, vero?”. E Murray rispose: “Penso che Venus e Serena ne abbiano vinte circa quattro. Non è ovviamente una cosa facile da fare e ho dovuto combattere duramente per farlo anche stasera”.