Me

A Roma è morta una bambina positiva al virus del morbillo

Sono attualmente in corso le analisi anamo-patologiche per verificare l'eventuale nesso causale tra la malattia esantematica e il decesso. Sia l'ospedale Bambin Gesù che l'Istituto superiore di Sanità hanno confermato a TPI la notizia

Immagine di copertina

Lo scorso 28 giugno è morta a Roma una bambina di 16 mesi risultata positiva al virus del morbillo. La notizia è stata diffusa oggi dall’ospedale pediatrico romano Bambino Gesù. Sono attualmente in corso le analisi anamo-patologiche per verificare l’eventuale nesso causale tra la malattia esantematica e l’evento. La bambina era stata ricoverata a causa di febbre persistente e coagulopatia. La causa della morte è stato un arresto cardio-respiratorio irreversibile.

La conferma della positività al virus del morbillo è arrivata oggi dall’Istituto Superiore di Sanità.

Contattati telefonicamente da TPI, sia l’ospedale Bambino Gesù che l’Istituto superiore di Sanità hanno confermato la notizia.

Tra il 1 gennaio 2017 e l’11 luglio sono stati segnalati 3501 casi di morbillo, di cui due decessi. L’89 per cento dei casi era non vaccinato e il 6 per cento aveva ricevuto solo una dose di vaccino. Di questi, 155 casi avevano meno di un anno di età. Nel bollettino settimanale prodotto dall’Iss, in collaborazione con il ministero della Salute, si definisce quella in corso un’epidemia di morbillo.