Me

Perché i Green Day hanno suonato nonostante la morte di un acrobata prima del loro concerto

L'acrobata, Pedro Aunión Monroy è morto dopo essere caduto da un'altezza di 30 metri, durante un'esibizione prima del concerto dei Green Day al Mad Cool Festival di Madrid, in Spagna.

Immagine di copertina

Un acrobata è morto dopo essere caduto da un’altezza di 30 metri, durante un’esibizione prima del concerto dei Green Day al Mad Cool Festival di Madrid, in Spagna.

L’acrobata, Pedro Aunión Monroy, residente a Brighton, nel Regno Unito, è stato subito soccorso dai paramedici che hanno cercato di rianimarlo dopo la caduta da una gabbia sospesa, ma l’uomo è morto per le lesioni subite.

Il concerto, previsto subito dopo l’esibizione acrobatica, è iniziato un po’ in ritardo, ma è proseguito come previsto. Secondo quanto ha raccontato la band, il trio non è stato avvisato della morte dell’acrobata fino alla fine del concerto.

“Appena scesi d​​al palco del Mad Cool Festival abbiamo ricevuto notizie inquietanti. Un artista molto coraggioso di nome Pedro ha perso la sua vita stasera in un tragico incidente”, hanno commentato i Green Day. “I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alla sua famiglia e agli amici”.

Sia il Mad Cool Festival che la band dei Green Day sono stati accusati di insensibilità per aver ripreso il festival così presto dopo la morte dell’uomo. In una dichiarazione, gli organizzatori del Mad Cool hanno difeso la loro decisione di proseguire nonostante l’incidente mortale.

“Mad Cool Festival si rammarica del terribile incidente che il ballerino ha subito durante il secondo giorno del festival. Per motivi di sicurezza, il festival ha deciso di continuare con la sua programmazione”, hanno scritto gli organizzatori. “Inviamo le nostre più sincere condoglianze a tutta la sua famiglia. Domani renderemo un omaggio tributo all’artista”.

La band inglese Slowdive, che avrebbe dovuto suonare dopo i Green Day, ha invece sospeso l’esibizione dicendo: “A causa del tragico incidente di questa notte pensiamo che sia inopportuno suonare. Il nostro pensiero va a chi è stato colpito dal lutto”.