Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Il duetto tra U2 e Noel Gallagher per le vittime degli attentati del Regno Unito

Sabato 8 luglio il tour della band irlandese faceva tappa a Londra, e ai fan britannici il gruppo ha offerto un ultimo bis in compagnia dell’ex Oasis

Immagine di copertina

Gli U2 sono da alcune settimane impegnati nel loro Joshua Tree Tour, e per diversi concerti hanno scelto come gruppo-spalla un cantante d’eccezione: Noel Gallagher, attualmente leader degli High Flyng Birds e precedentemente mente creativa degli Oasis.

Ieri sabato 8 luglio il tour faceva tappa a Londra, in particolare al Twickenham Stadium, e per i fan britannici la band irlandese ha preparato una sorpresa molto gradita: un ultimo bis in compagnia dell’ex Oasis, che per la prima volta si è esibito insieme a loro nel suo classico Don’t Look Back In Anger, successo del 1995.

Soprattutto nelle ultime settimane, da quando la canzone è stata intonata spontaneamente dalla folla durante una veglia per le vittime dell’attentato al concerto di Ariana Grande a Manchester, il brano è diventato un inno di resistenza del popolo britannico contro i diversi lutti degli ultimi mesi.

LEGGI ANCHE: L’EMOZIONANTE VIDEO DELLA FOLLA CHE CANTA GLI OASIS A MANCHESTER

IL VIDEO DI LIAM GALLAGHER CHE DEDICA DON’T LOOK BACK IN ANGER ALLE VITTIME DEL TERRORISMO

Il pezzo è stato infatti dedicato da Gallagher anche in quest’occasione “alla gente di Manchester, della Grenfell Tower, del London Bridge”.

Il video: