Me

Il duetto tra U2 e Noel Gallagher per le vittime degli attentati del Regno Unito

Sabato 8 luglio il tour della band irlandese faceva tappa a Londra, e ai fan britannici il gruppo ha offerto un ultimo bis in compagnia dell’ex Oasis

Immagine di copertina

Gli U2 sono da alcune settimane impegnati nel loro Joshua Tree Tour, e per diversi concerti hanno scelto come gruppo-spalla un cantante d’eccezione: Noel Gallagher, attualmente leader degli High Flyng Birds e precedentemente mente creativa degli Oasis.

Ieri sabato 8 luglio il tour faceva tappa a Londra, in particolare al Twickenham Stadium, e per i fan britannici la band irlandese ha preparato una sorpresa molto gradita: un ultimo bis in compagnia dell’ex Oasis, che per la prima volta si è esibito insieme a loro nel suo classico Don’t Look Back In Anger, successo del 1995.

Soprattutto nelle ultime settimane, da quando la canzone è stata intonata spontaneamente dalla folla durante una veglia per le vittime dell’attentato al concerto di Ariana Grande a Manchester, il brano è diventato un inno di resistenza del popolo britannico contro i diversi lutti degli ultimi mesi.

LEGGI ANCHE: L’EMOZIONANTE VIDEO DELLA FOLLA CHE CANTA GLI OASIS A MANCHESTER

IL VIDEO DI LIAM GALLAGHER CHE DEDICA DON’T LOOK BACK IN ANGER ALLE VITTIME DEL TERRORISMO

Il pezzo è stato infatti dedicato da Gallagher anche in quest’occasione “alla gente di Manchester, della Grenfell Tower, del London Bridge”.

Il video: