Me
Due giornalisti iracheni sono stati uccisi vicino Mosul
Condividi su:
Mosul sud

Due giornalisti iracheni sono stati uccisi vicino Mosul

07 Lug. 2017
Mosul sud

Il 7 luglio, durante le operazioni militari per la riconquista di un villaggio da parte dell’esercito iracheno e dei suoi alleati, il sedicente Stato Islamico ha ucciso due giornalisti insieme a diverse altre persone a 70 chilometri dalla città di Mosul. A riferirlo è stata l’agenzia di stampa AFP.

I terroristi hanno attaccato il villaggio di Imam Gharbi, sulla riva occidentale del fiume Tigri. Tra i feriti ci sono altri due giornalisti iracheni e un numero imprecisato di civili e militari del paese mediorientale. Secondo fonti dell’esercito di Bagdad i terroristi si sarebbero infiltrati nel villaggio nella tarda serata di mercoledì 5 luglio.

I due giornalisti rimasti uccisi, Harb Hazaa al-Dulaimi, corrispondente distaccato presso le truppe di stanza a Mosul e il suo cameraman Sudad al-Duri lavoravano per il canale televisivo iracheno Hona Salaheddin.

– LEGGI ANCHEÈ morta la giornalista francese ferita nell’esplosione di una mina in Iraq

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus