Me
Il festival musicale svedese cancellato per le accuse di stupro e molestie sessuali
Condividi su:

Il festival musicale svedese cancellato per le accuse di stupro e molestie sessuali

Gli organizzatori del Bravalla hanno annunciato che non organizzeranno l'edizione del 2018 a causa delle denunce arrivate alle autorità svedesi

12 Set. 2017

Gli organizzatori del Bravalla, il più grande festival musicale svedese, hanno annunciato su Twitter che l’edizione del prossimo anno sarà cancellata. Alla polizia della città di Norrkoping ha infatti ricevuto diverse denunce per molestie sessuali e per uno stupro, avvenuti durante il festival.

L’edizione 2017 si è tenuta nel weekend dal 28 giugno all’1 luglio e ha visto come headliner dell’evento i System of a Down, i Linkin Park e i  The Killers.

Anche nel 2016 non erano mancate accuse dello stesso tipo, con cinque denunce per stupro arrivate alle autorità svedesi.

La band britannica Mumford and Sons aveva pubblicato un post su Facebook il 5 luglio 2016 in cui annunciava che non avrebbe mai più suonato al Bravalla se non fossero state rispettate le condizioni di sicurezza per le donne.

“Le parole non possono spiegare quanto siamo dispiaciuti per quello che è accaduto, siamo profondamente pentiti”, si legge sul comunicato pubblicato sul sito ufficiale del festival. “Non possiamo accettare questi comportamenti nel nostro evento. Per questo abbiamo deciso che non organizzeremo il Bravalla 2018”.

Anche in altri paesi sono avvenuti fatti simili. A maggio, più di 25 festival britannici hanno comunicato che le leggi sulle violenze sessuali sarebbero state applicate con maggiore attenzione.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus