Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore.

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore.

Il premio Nobel cinese Liu Xiaobo è stato scarcerato a causa di un cancro terminale

Immagine di copertina

Il dissidente cinese Liu Xiaobo, insignito del premio Nobel per la pace nel 2010, è stato scarcerato a causa di un cancro terminale al fegato. La notizia è stata riportata dal network britannico Bbc.

Liu si trova in carcere dal 2009 per scontare una condanna a 11 anni per “sovversione”. È stato posto in libertà condizionale a causa delle sue condizioni di salute.

Il suo avvocato ha detto che Liu al momento sta ricevendo le cure in un ospedale nella regione settentrionale di Liaoning e ha ricevuto la diagnosi circa un mese fa.

Sua moglie Liu Xia si trova agli arresti domiciliari da quando il marito ha ricevuto il premio Nobel, ma non è mai stata accusata formalmente.

Esponente di punta del movimento di piazza Tianamen, nel 2010 Liu è stato premiato con il premio Nobel per la pace “per il suo impegno non violento a tutela dei diritti umani in Cina”.