Me

Otto cose che dovreste sapere sul pene

Dagli effetti della circoncisione alla masturbazione, ecco alcune curiosità sull'organo riproduttivo maschile raccolte da alcuni urologi statunitensi

Immagine di copertina

La funzione del pene, così come di tutti gli organi sessuali, spesso è avvolta da mistero, da luoghi comuni e da false credenze.

Gli urologi Seth Cohen della NYU Langone Medical Center, David Shusterman della NY Urology e Landon Trost, direttore del dipartimento di andrologia e infertilità maschile presso la Clinica Mayo, hanno pubblicato su BuzzFeed una serie di cose da sapere sul pene.

Se non sei circonciso, dovrai pulire con più cura il tuo prepuzio

Molti uomini non mettono grande cura nel pulire quella parte di pene ricoperta dal prepuzio. Eppure, secondo gli urologi, è una pratica importante.

“Gli uomini che non sono circoncisi, devono assicurarsi di alzare il prepuzio ogni giorno, e lavarlo con sapone e acqua”, sostiene Cohen.

Il prepuzio è un’area perfetta per la sporcizia e la proliferazione di batteri. E anche se non è del tutto chiaro se le persone non circoncise vadano incontro a un rischio maggiore di infezioni sessualmente trasmissibili, la sua presenza fornisce il perfetto terreno per la proliferazione di infezioni.

Le più comuni sono rappresentate le verruche genitali e il papilloma virus.

Alcune malattie sessualmente trasmissibili potrebbero non presentare sintomi evidenti

Mentre alcune infezioni sono visibili e si avvertono con sensazioni di bruciore, altre non presentano alcun sintomo.

– LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sulle malattie sessualmente trasmissibili

Per esempio l’herpes e il papilloma virus non si trasmettono solo tramite i liquidi corporei ma anche con il contatto della pelle. Di conseguenza il preservativo potrebbe non essere sufficiente. Per questo motivo sono consigliati controlli più frequenti.

La masturbazione fa bene

La masturbazione, e ovviamente i rapporti sessuali, aiutano a non perdere la capacità di mantenere un’erezione. Secondo Shusterman ciò è da tenere a mente in generale, mentre Trost sostiene che questo valga solo in età adulta e solo se si hanno altri tipi di disfunzione erettile o malattie come il cancro alla prostata.

I due specialisti concordano però nell’affermare che la masturbazione è incoraggiata al 100 per cento.

“Quando qualcuno mi dice che non si masturba e che eiaculazioni notturne, gli rispondo che la natura lo fa al posto tuo”, dice Shusterman.

– LEGGI ANCHE: Il fenomeno della community di uomini che si astengono dalla masturbazione 

Una frequenza troppo alta di masturbazione può provocare al pene piaghe e ferite, che possono esporlo a infezioni anche pericolose.

È possibile fratturarsi il pene, ma non nel modo che avete sempre immaginato

Nel pene non ci sono ossa. Vi era un osso, chiamato baculum, nei mammiferi tra i 145 e 95 milioni di anni fa, ma con l’evoluzione è scomparso.

Vi è tuttavia il corpo cavernosouna regione interna del pene di tessuto erettile con una struttura spugnosa che contiene il sangue durante l’erezione, rendendo il pene duro.

– LEGGI ANCHE: Sei miti sul sesso a cui dovreste smettere di credere

Questi corpi non sono destinati a piegarsi durante un’erezione, ma a volte – generalmente quando si fa sesso estremo o si è ubriachi – il pene può non avere l’angolo giusto e di conseguenza andare incontro al peniena – l’improvvisa rottura della tonaca albuginea dei corpi cavernosi.

“Ci sono fratture in cui effettivamente si rompono le parti interne del pene, e poi ci sono quelle meno gravi, dovute per esempio a uno scoppio di una vena”, spiega Cohen. “In entrambi i casi, se si prova una sensazione simile a una rottura, è una buona idea smettere di fare sesso e cercare di ottenere immediatamente assistenza medica, perché un pene fratturato può causare danni permanenti”.

La disfunzione erettile può essere il segno di un problema fisico più ampio

La disfunzione erettile – l’incapacità di avere un’erezione – spesso è solo il sintomo di un problema più ampio.

Il diabete, la pressione o il colesterolo alto, e qualsiasi altro problema cardiaco possono influenzare la funzione erettile. Dopotutto, il pene si basa su un sistema cardiovascolare che pompa sangue dalle vene e le arterie ai tessuti dell’organo sessuale.

– LEGGI ANCHE: Perché alcuni uomini non riescono a raggiungere l’orgasmo

Alcune cause esterne includono anche gli interventi chirurgici o altre terapie mediche. Ma un ruolo fondamentale è giocato dall’ansia o dallo stress dovuto a un rapporto sessuale.

“Spesso si tratta di una disfunzione erettile di tipo psicogenico. Di solito è una condizione reversibile, e il miglior trattamento è quello di risolvere lo stress sottostante”, dice Cohen.

La pornografia ci ha abituati a dimensioni irrealistiche del pene

La lunghezza media di un pene eretto è di circa 14 centimetri, con una circonferenza di circa 10 centimetri. Questi dati sono ben diversi dalle dimensioni a cui siamo abituati con la pornografia.

I ragazzi che fanno affidamento sul porno per giudicare se i loro peni sono abbastanza grandi, rimarranno delusi nel 99 per cento dei casi. La maggior parte degli attori porno hanno un pene particolarmente lungo e usa pillole per mantenere l’erezione per un intervallo di tempo innaturale.

Diffidate inoltre dalle tecniche di allungamento. “Non ho trovato una singola procedura di allungamento possa funzionare”, ha detto Shusterman. “Il corpo cavernoso non può essere aumentato di dimensione e lunghezza”.

Aumentare i livelli di testosterone alla lunga si rivelerà dannoso

Molti pensano che aumentare i livelli di testosterone possa aiutare a mantenere l’erezione più a lungo. Ma il problema è che questo investimento a breve termine diventa dannoso a lungo termine.

“Gli uomini che ne fanno uso cominciano a lamentarsi delle disfunzioni erettili a una età più giovane perché hanno usato un eccessivo livello di stimolante, che quando non viene più mantenuto, è difficile a riavere livelli normali”, spiega Trost.

In generale, tutti i prodotti che promettono un miglioramento sessuale possono in realtà contenere ingredienti nocivi.

Il modo in cui il pene funziona cambia con l’invecchiamento

Così come altri trasformazioni del corpo a cui tutti inevitabilmente vanno incontro, anche alcune funzioni del pene cambiano con il trascorrere del tempo.

“Molti pensano che continuerà a funzionare come se fosse quello di un adolescente per il resto della loro vita”, spiega Trost. Ma quando si diventa più anziani, l’interesse a fare sesso diminuisce, spesso si eiacula in maniera più veloce e la quantità di sperma e la forza con cui avviene l’eiaculazione diminuiscono.

– LEGGI ANCHE: Come fare sesso con la stessa persona per tutta la vita e non annoiarsi

Campagna regione lazio