Me
Il governo britannico ha comprato 68 appartamenti per i sopravvissuti della Grenfell Tower
Condividi su:

Il governo britannico ha comprato 68 appartamenti per i sopravvissuti della Grenfell Tower

Gli alloggi si trovano in un complesso di lusso vicino al grattacielo nel cui incendio sono morte 79 persone

20 Apr. 2018

Il governo britannico ha annunciato di aver acquistato 68 appartamenti in un complesso di lusso per i sopravvissuti dell’incendio alla Grenfell Tower di Londra.

Il complesso edilizio dal nome Kensington Row sarà abitabile alla fine del mese di luglio. Il prezzo dei singoli alloggi parte da 1,5 milioni di sterline.

Gli appartamenti, acquistati dalla Corporation of London, andranno a far parte del piano per gli alloggi sociali. Non è ancora chiaro se i nuovi inquilini potranno accedere alle aeree di lusso del complesso, come la spa, il cinema privato e la sauna.

LEGGI ANCHE: Cosa ha provocato l’incendio nel grattacielo di Londra?

“La nostra priorità è chi ha perso la propria casa per sempre possa avere un nuovo alloggio il prima possibile, e iniziare a ricostruirsi una vita”, ha dichiarato il ministro delle comunità locali Sjiid Javid.

La decisione del governo arriva dopo le parole di Jeremy Corbyn che pochi giorni fa invitava a una soluzione inclusiva.

“Kensington è la storia di due città. La parte a sud è incredibilmente ricca, è la parte più ricca dell’intero paese”, aveva dichiarato il leader dei laburisti britannici. “L’edificio dove è avvenuto l’incendio rappresenta, io penso, la parte più povera dell’intero paese. Bisogna trovare alloggi disponibili per permettere a queste persone di tornare ad avere una casa”.

Nel rogo del grattacielo vicino al quartiere di Notting Hill, avvenuto nella notte del 14 giugno, erano morte 79 persone.

LEGGI ANCHE: Le vittime dell’incendio alla Grenfell Tower potrebbero non essere mai identificate

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus