Me

Miliziani islamisti assaltano una scuola nelle Filippine

Gli uomini armati hanno preso diversi civili in ostaggio

Immagine di copertina
Militari filippini di pattuglia nell'isola di Mindanao

Alcuni miliziani islamisti hanno fatto irruzione in una scuola elementare a Pigcawayan, nel sud delle Filippine. Secondo quanto riferito dall’esercito, gli uomini starebbero tenendo in ostaggio diversi civili.

La cittadina dove si sta verificando l’episodio si trova a circa 190 chilometri da Marawi, città in cui da cinque settimane sono in corso scontri tra esercito e miliziani islamisti fedeli all’Isis.

Secondo quanto riferito dal brigadiere generale Restitudo Padilla, nessuno degli studenti della scuola sarebbe tra gli ostaggi in mano ai miliziani.

Un altro militare, il capitano Arvin Encinas, ha invece riferito a Reuters che i combattenti farebbero parte del BIFF (Combattenti armati per la libertà del Bangasmoro), un gruppo jihadista attivo nel sud delle Filippine. Secondo Encinas gli uomini armati sarebbero circa 30, ma altre testimonianze sostengono siano 300.

Se confermato, si tratterebbe dunque di un gruppo diverso da Abu Sayyaf, divenuto parte dell’Isis e protagonista degli scontri di Marawi.

La parte ovest dell’isola di Mindanao, nelle Filippine, è l’unica zona dell’arcipelago a maggioranza musulmana. In quest’area, dalla fine degli anni Sessanta, è attiva una guerriglia che si batte per l’indipendenza della regione. All’interno di questo movimento, negli anni, hanno preso piede diversi gruppi jihadisti.