Me

L’Isis ha fatto esplodere la moschea di al-Nuri a Mosul

Immagine di copertina
La moschea distrutta in un'immagine su Twitter

I jihadisti dell’autoproclamato Stato islamico hanno fatto saltare in aria la storica moschea al-Nuri di Mosul, dove fu proclamato il califfato per opera di Abu Bakr al Baghdadi, il 29 giugno del 2014.

A dare la notizia al sito Rudaw è stato il portavoce del comando congiunto dell’offensiva in corso nella città irachena, Yahya Rasoul.

La moschea si trova nella zona orientale della città ed è celebre per il suo minareto pendente di 45 metri. Venne costruita tra il 1172 ed il 1173. Tre anni fa è diventata il principale simbolo dell’Isis in Iraq.