Me

Un nuovo modo per aiutare chi ne ha bisogno

Immagine di copertina

“Abbiamo tutti bisogno gli uni degli altri, nessuno di noi è un’isola, un’io autonomo e indipendente dagli altri, possiamo costruire il futuro solo insieme, senza escludere nessuno […]. Sarebbe meraviglioso avere nuove imprese, create da giovani che abbiano come obiettivo la difesa dell’ambiente e la tutela dei più deboli” ha detto Papa Francesco a Vancouver nell’aprile 2017.

E proprio per aiutare i più bisognosi, gli imprenditori del settore digitale Alberto Luna e Matteo Tanzilli hanno lanciato il progetto della Mappa dell’Aiuto, una piattaforma dove domande e offerte di aiuto possono incontrarsi in maniera libera e gratuita.

Il sito si basa su una mappa digitale nella quale vengono segnalate tutte le richieste e le offerte di aiuto in modo tale che le diverse comunità locali, di quartiere o cittadine, possano entrare in contatto cercando soprattutto di risolvere i problemi dei più bisognosi.

“Vogliamo in questo modo innovare l’ecosistema del volontariato, dando uno strumento a tutte quelle organizzazioni e privati che giornalmente si adoperano per gli altri aiutandoli a mappare i bisogni della comunità”, ha dichiarato Tanzilli nel presentare il nuovo progetto.

“Quotidianamente vediamo persone in difficoltà quando ci muoviamo per le strade di Roma, ma spesso non abbiamo idea di cosa possiamo fare per aiutarle” ha proseguito Alberto Luna, consigliere per lo sviluppo di Talent Garden e membro del comitato organizzatore europeo della Maker Faire, che insieme a Tanzilli ha promosso questo progetto, che ha inoltre notato come grazie alla Mappa dell’Aiuto sarà sufficiente segnalare la posizione della persona in difficoltà sulla mappa in modo che chi ha gli strumenti per soccorrerla possa intervenire.