Me
Le cose più strane che possono succedere dopo un orgasmo
Condividi su:

Le cose più strane che possono succedere dopo un orgasmo

Un recente articolo pubblicato sulla Sexual Medicine Review hanno rivelato che dolore e imbarazzo, declinati in vari modi diversi, sono sensazioni comuni dopo aver fatto sesso

20 Apr. 2018

Se il sesso, per la maggior parte delle persone, fa rima con piacere, per altri fa rima con dolore, o addirittura imbarazzo.

Un recente articolo pubblicato sulla Sexual Medicine Review intitolato “Hai avuto un orgasmo o mi stavi solo prendendo in giro? Rari fenomeni associati all’orgasmo”, hanno rivelato che dolore e imbarazzo, declinati in vari modi diversi, sono sensazioni comuni dopo aver fatto sesso.

Lo studio dei fenomeni post-orgasmici ha rivelato che debolezza, cefalee coitali, emicranie, pianto, dolore fisico, disagio, dolore al viso e alle orecchie, prurito, risate, attacchi di panico, sindrome post orgasmica, e addirittura gli starnuti, non sono così rari.

Le risate e gli starnuti post orgasmo erano stati già riscontrati in vecchie ricerche dell’inizio del secolo.

L’esperta di sesso, Chantelle Otten, afferma che la cefalea coitale, l’acuto mal di testa che può colpire durante il sesso, è uno dei fenomeni più popolari e può essere di due tipi diversi.

Quella di tipo 1 comporta la pressione nella parte posteriore della testa che sfocia in un mal di testa durante l’attività sessuale. Il tipo 2 è quando il mal di testa si verifica poco prima o durante il momento dell’orgasmo.

Gli esperti consigliano alcuni rimedi per far fronte a questi dolori fastidiosi, come ad esempio tecniche di rilassamento per combattere cefalee e contrazioni della mascella.

Per reazioni più drastiche come attacchi di panico e convulsioni, è invece necessario consultare il medico.

Le condizioni meno gravi come il dolore del piede, starnuti e risate possono rivelarsi semplicemente imbarazzati, più che dolorosi, ma anche in questo caso un medico o uno psicoterapeuta potranno essere d’aiuto.

 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus