Me

Un grattacielo di 24 piani ha preso fuoco a Londra

I vigili del fuoco stanno spegnendo le fiamme che hanno avvolto la Grenfell Tower nella notte. Ci sono almeno 17 morti e oltre 70 feriti. Le cause rimangono ancora ignote

Immagine di copertina

Un grattacielo di 24 piani, la Grenfell Tower di Londra, ha preso fuoco nella notte tra il 13 e il 14 giugno. Il bilancio, ancora provvisorio, è di almeno 17 morti e oltre 70 feriti, di cui 20 in gravi condizioni. Si cercano ancora numerosi dispersi tra cui due italiani, come riportato dalla Farnesina: si tratta di Gloria Trevisan e Marco Gottardi.

Oltre 200 vigili del fuoco sono stati a lavoro per spegnere le fiamme e portare in salvo chi si trovava all’interno dell’edificio. I dovuti accertamenti hanno escluso un possibile crollo della struttura.

Il grattacielo si trova nella zona di North Kensington, non lontano da Notting Hill, un quartiere a ovest della città. Un portavoce della polizia ha confermato che i feriti  sono stati portati in ospedale e non è escluso che qualche persona sia ancora intrappolata nell’edificio.

 “Al momento l’edificio continua a essere sicuro per le squadre di soccorso”, ha dichiarato Dany Cotton, commissario della vigilanza dei pompieri. “L’equipaggio dei vigili del fuoco ha raggiunto il 20esimo piano dell’edificio fin a ora”.

L’allarme è stato dato verso l’1:00 ora locale, le 2:00 in Italia. Dal secondo piano in su tutta un’ala dell’edificio è andata distrutta.

Grida d’aiuto sono state sentite dall’interno del palazzo in fiamme, che ospita circa 120 appartamenti, 24 negozi e circa 500 inquilini. Testimoni parlano di ustioni, di intossicazione da fumo e probabilmente anche di cadute durante l’evacuazione. Le strade nei pressi dell’edificio sono state chiuse. 

Al lavoro ci sono oltre 200 pompieri, con una quarantina di mezzi, mentre sono giunte sul posto numerose ambulanze e pattuglie della polizia. Le fiamme sembrano aver perso d’intensità rispetto alle prime immagini del rogo, ma sono ancora chiaramente visibili.

Non si sa ancora nulla sulle cause che hanno scatenato il rogo. Forse un corto circuito, forse una padella dimenticata accesa sui fornelli, forse una fuga di gas.

Ma i residenti ricordano di essersi lamentati di recente del rischio di incendi, un problema che avevano anche manifestato sul loro blog e apparentemente causato da una ristrutturazione del 2015 non compiuta secondo le norme.

Qui i video con le immagini del grattacielo avvolto dalle fiamme nella notte e diventato una colonna di fumo in mattinata.