Me
Avere un organo in più è molto più comune di quanto si possa pensare
Condividi su:

Avere un organo in più è molto più comune di quanto si possa pensare

Molte persone passano tutta la vita senza sapere di avere una parte del corpo in più

20 Apr. 2018

Quando i medici dell’ospedale di Zhejiang, in Cina, avevano iniziato l’operazione della paziente di 40 anni che presentava una massa inconsueta nell’addome, pensavano di avere a che fare con una forma tumorale. In realtà si trattava di una seconda milza presente nel corpo della donna.

Probabilmente, nel ricevere la notizia, chiunque si preoccuperebbe all’idea di avere un organo soprannumerario all’interno del proprio corpo, ma se dovesse pensare di trovarsi di fronte a un caso più unico che raro allora si sbaglierebbe di molto. Avere una seconda milza è infatti molto comune, e questa presenza di troppo colpirebbe ben una persona su dieci al mondo.

La milza, infatti, è un organo che principalmente serve a filtrare il sangue, senza il quale l’uomo può sopravvivere, e per la stessa ragione averne una in più non crea problemi particolari. Non a caso, la maggior parte delle persone che hanno questo organo soprannumerario non sono al corrente di questa presenza di cui talvolta rimangono all’oscuro per tutta la vita.

La presenza di parti del corpo in più avviene per un errore nel corso dello sviluppo dell’embrione. Essa può avvenire sia per un fattore genetico ereditario sia, più di frequente, in maniera spontanea. Altre volte, la malformazione può essere causata da un fattore esterno, come l’uso di una droga o di un elemento chimico da parte della madre mentre è incinta.

Nell’arco della storia, avere parti del corpo soprannumerarie è stato trattato in maniera diversa. Nel Rinascimento, ad esempio, si pensava che le streghe avessero un capezzolo in più, e per questa ragione tale anomalia faceva automaticamente identificare le donne che lo avevano come streghe.

Nell’Ottocento e all’inizio del Novecento, iniziarono a diffondersi negli stati uniti i freak show, degli spettacoli in cui venivano esibiti uomini e animali dall’aspetto inconsueto. In questa categoria, erano presenti dunque anche persone che presentavano parti del corpo soprannumerarie, tra cui furono celebri Myrtle Corbin, ragazza con quattro gambe, e Frank Lentini, un uomo con tre gambe.

Tuttavia, come vediamo, questi casi noti del passato rappresentano soprattutto o parti del corpo in più particolarmente estreme o reazioni specifiche. Esistono molti casi di organi o parti del corpo in più discrete, come denti soprannumerari o piccole ossa in più.

Per i medici è però molto importante comprendere la ragione di queste presenze in sovrannumero nei corpi umani. Come abbiamo visto, avere anomalie di questo tipo è molto più comune del previsto e non sempre è facile riuscire ad individuarle se non con esami specifici. Può capitare ad esempio di avere un osso in più che, pur non notandosi, comprometta il funzionamento dei nervi.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus