Me

Uno zoo cinese ha dato un asino vivo in pasto alle tigri

Il gesto era una protesta degli azionisti contro la direzione dello struttura, dopo che una causa giudiziaria aveva ridotto i ritorni economici degli investitori

Immagine di copertina

Qui sopra il video “L’asino dato in pasto alle tigri in Cina”. Se non riesci a visualizzarlo correttamente sarà necessario mettere in pausa Adblock e ricaricare la pagina

Gli azionisti di uno zoo della città di Changzhou, nei pressi di Shanghai, Cina, si sono resi protagonisti di un gesto che ha suscitato indignazione in tutto il mondo quando lunedì 5 giugno hanno gettato un asino vivo nella gabbia delle tigri, che lo hanno ucciso poco dopo.

Il gesto voleva essere una protesta contro la direzione dello zoo, in quanto dopo il coinvolgimento di questo in una causa giudiziaria gli investitori non hanno più avuto alcun ritorno economico, e gli azionisti che avevano investito nel giardino zoologico accusano la direzione di aver cospirato per ottenere questo risultato.

“Dal momento che non possiamo avere vantaggi, abbiamo pensato di darlo in pasto alle tigri, almeno possiamo risparmiare sul cibo per gli animali”, ha detto uno degli uomini che ha scaricato l’asino da una rampa all’interno di un bacino d’acqua.

Sembra che inizialmente gli azionisti volessero rubare l’asino e venderlo, ma una volta bloccati dalla sicurezza del giardino zoologico, abbiano optato per ucciderlo.

Secondo National Geographic, l’evento non è un caso totalmente isolato, visto che già in passato alcuni zoo e parchi con animali hanno organizzato “spettacoli” pubblici in cui esemplari carnivori hanno ucciso altri animali.

La morte dell’animale, che appena dopo essere stato gettato nella gabbia è stato attaccato da due tigri, è stata lunga – circa 30 minuti – e atroce, come dimostra un video girato da uno dei visitatori. Il gesto è stato compiuto di fronte a un gruppo di persone che visitavano lo zoo.

(Attenzione: le immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità)