Me

La nazionale saudita non ha rispettato il minuto di silenzio per le vittime di Londra

Prima dell'inizio della partita di qualificazione ai mondiali di Russia 2018 tra Australia e Arabia Saudita i padroni di casa avevano chiesto un minuto di raccoglimento

Immagine di copertina

I giocatori della nazionale dell’Arabia Saudita sono stati criticati per non aver rispettato il minuto di silenzio per le otto vittime dell’attentato di Londra dello scorso 3 giugno, richiesto prima dell’inizio del match contro l’Australia.

Giovedì 8 giugno ad Adelaide, in Australia, si stava tenendo la partita di qualificazione ai mondiali di Russia 2018. Il minuto di raccoglimento era stato chiesto dai padroni di casa per ricordare soprattutto le due connazionali Sara Zelenak e Kirsty Boden.

La nazionale saudita è stata immediatamente criticata sui social e alcuni tifosi hanno invocato l’intervento della Fifa.

Osservando le immagini riprese dalla Fox, esiste la possibilità che non tutti i giocatori della squadra saudita si fossero resi conto che stesse iniziando il minuto di silenzio prima del calcio d’inizio. Alcuni giocatori continuano a fare allenamento, mentre altri si posizionano in piedi con le mani dietro la schiena come fanno i loro avversari australiani.