Me

Un aereo con oltre 100 persone a bordo è precipitato al largo della Birmania

Il velivolo viaggiava da Myeik verso l’ex capitale birmana Yangon. I resti sono stati ritrovati nel mare delle Andamane a oltre 200 chilometri da Dawei

Immagine di copertina

Un aereo militare birmano è precipitato nelle acque della Birmania con 122 persone a bordo tra cui 14 membri dell’equipaggio. Alcuni corpi e pezzi danneggiati dell’aereo sono stati ritrovati nel mare delle Andamane, a un’ora di volo a sud di Yangon, e a oltre 200 chilometri dalla città di Dawei.

Il velivolo viaggiava da Myeik, nella regione di Tanintharyi, verso l’ex capitale birmana Yangon, quando, a 32 chilometri a ovest da Dawei, alle 13.35 locali, si sono interrotte le comunicazioni.

Dieci corpi sono stati recuperati finora. Appartengono a sei adulti e quattro bambini.

Secondo il capo delle forze armate Min Min Aung Hlaing, le condizioni meteorologiche erano buone e dunque l’ipotesi prevalente è quella di un possibile guasto tecnico.

“Hanno trovato pezzi dell’aereo danneggiato in mare a 218 chilometri di distanza dalla città di Dawei”, ha confermato Naing Lin Zaw, un ufficiale del turismo in Myeik, aggiungendo che la marina sta proseguendo le ricerche in mare.

Molti dei passeggeri erano personale militare e membri delle loro famiglie, inclusi bambini.