Me

Cosa succederebbe se tutte le app smettessero di funzionare?

Un corto proiettato da Apple prima del Worldwide developers conference, in California, descrive con ironia lo scenario apocalittico di un mondo senza applicazioni

Immagine di copertina

Una costante della nostra vita contemporanea è la dipendenza verso i nostri smartphone e le loro applicazioni. Ma cosa succederebbe se tutte le app si fermassero, smettessero di funzionare e scomparissero all’istante dal nostro telefono?

Apple ha risposto a questa domanda con un cortometraggio, proiettato il 5 giugno all’apertura del Worldwide developers conference, a San Jose, in California, dove ha presentato alcune delle sue ultime novità.

Nel video si vede un dipendente staccare per sbaglio una presa che alimenta una stanza piena di server. L’imprevisto scatena una reazione a catena  che porta al cancellamento di tutte le app dai dispositivi Apple.

Il risultato è apocalittico. Le persone non riescono più a orientarsi per strada, nascono “store” clandestini e riproduzioni di giochi come Farmville e Candy Crush. Addirittura alcune persone ricorrono alla chirurgia estetica per riprodurre gli effetti di Snapchat.

Ecco il video, intitolato Appocalypse: