Me

Oltre 40 migranti sono morti di sete nel deserto del Niger

Tra le vittime ci sono numerosi bambini, tutti ghanesi e nigeriani. Cercavano di raggiungere la Libia a bordo di un camion, che si è rotto lungo il tragitto

Immagine di copertina

Come ha riportato dalla Croce Rossa alla Bbc, 44 migranti sono morti disidratati dopo che il loro furgone si è rotto nel nord del Niger. Sono numerosi i bambini tra le vittime, tutti ghanesi e nigeriani. Cercavano di raggiungere la Libia, come riporta il sito di informazione Sahelien.

“Le sei donne sopravvissute hanno camminato fino a un villaggio dove sono state tratte in salvo e portate a Dirkou per ricevere le cure”, ha dichiarato il portavoce della Croce Rossa Lawal Taher.

La rotta dal Niger alla Libia è una delle più percorse dai migranti che cercano di raggiungere il Nord Africa, prima di attraversare il Mediterraneo e arrivare in Europa.

Per i migranti, attraversare il Sahara è la parte più difficile del viaggio, stipati nei camion e con lo spazio sufficiente per portare con loro solo qualche litro d’acqua.

Le autorità del Niger hanno affermato che è impossibile stimare quanti abbiano perso la vita nel Sahara. A giugno 2016, i corpi di 34 migranti, di cui 20 bambini, sono stati trovati al confine con l’Algeria. Anche in quel caso, le vittime erano morte disidratate dopo essere stati abbandonati dal contrabbandiere che li stava guidando.