Me

Le nozze postume tra il poliziotto ucciso nell’attentato degli Champs-Elysées e il suo compagno

Martedì 30 maggio ha avuto luogo il matrimonio postumo tra Etienne Cardiles e Xavier Jugelè, morto il 20 aprile 2017 durante l'attacco avvenuto a Parigi

Immagine di copertina

“Soffro ma senza odio. Perché quest’odio non ti somiglia, perché non corrisponde a nulla di ciò che ti faceva battere il cuore”. Con queste parole Etienne Cardiles si rivolgeva al compagno Xavier Jugelé, il poliziotto ucciso nell’attentato di giovedì 20 aprile 2017 agli Champs Elysees. 

La loro unione doveva culminare con le nozze e così è stato. Martedì 30 maggio, con una cerimonia intima – che, secondo quanto rivelato dal quotidiano Le Parisien ha avuto luogo nella sede del comune del XIV arrondissement di Parigi – si è celebrato il matrimonio postumo tra Etienne Cardiles e Xavier Jugelè.

Pochissime le persone presenti, tra cui diverse autorità: l’ex presidente francese, Francois Hollande, la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo e il ministro dell’Interno Gérard Collomb.

(Etienne Cardiles e Emmanuel Macron dopo il discorso di Cardiles. Credit: Reuters. L’articolo continua dopo la foto)

Il matrimonio postumo, in Francia, è autorizzato per motivi gravi, tra questi rientra proprio il caso di attentato.