Me

Quando le opere incompiute diventano arte

Da dieci anni oltre settecento strutture pubbliche mai completate sono mappate, studiate e fotografate nel progetto “Incompiuto Siciliano”. Le immagini

Immagine di copertina

Viadotti, parchi, cimiteri. E ancora, chiese, porti, case popolari. Sono alcune delle centinaia di strutture incompiute che è possibile trovare in giro per l’Italia. Opere pubbliche mai completate, che da dieci anni sono mappate, studiate e fotografate, nel grande progetto di Incompiuto Siciliano.

Questo lavoro, che si è occupato di più di 750 opere su tutto il territorio italiano, di cui 350 solo in Sicilia, ha portato alla definizione di un nuovo stile architettonico: l’Incompiuto.

“Le opere incompiute ci appaiono come luoghi di una memoria collettiva ancora da indagare”, spiegano gli ideatori del progetto, Claudia D’Aita ed Enrico Sgarbi.

“Nate come rovine e prodotte da un tempo compresso, sono architetture che danno forma al paesaggio. La definizione di uno stile architettonico permette di individuare un paradigma interpretativo di un fenomeno presente su tutto il territorio nazionale, in particolare in quello siciliano, tipico degli anni ‘70 e ‘80 ma che è possibile rintracciare dal secondo dopoguerra fino ad oggi; uno strumento per comprendere la storia recente del nostro paese. Attribuire all’Incompiuto un significato artistico e architettonico significa escogitare un altro modo di leggere questi luoghi, riconoscendo le opere incompiute come risorse per il territorio”.

Per festeggiare il decimo compleanno di Incompiuto Siciliano l’idea è quella di produrre un volume sullo stile dal titolo: Incompiuto – La nascita di uno Stile. La prima documentazione/catalogo fotografico di tutte le opere incompiute in Italia. Un ‘Grand Tour’ tra queste rovine contemporanee, bellezze dello stile dell’Incompiuto. Il volume sarà curato da Alterazioni Video, Fosbury Architecture e Antonio Laruffa in collaborazione con Eugenia Rolando

Per realizzarlo è stata lanciata una campagna di crowdfunding.

Incompiuto Siciliano è un progetto di Alterazioni Video con Claudia D’Aita ed Enrico Sgarbi. Fondato nel 2009, Incompiuto Siciliano promuove lo studio e la ricerca sullo stile architettonico dell’INCOMPIUTO quale paradigma interpretativo dell’architettura italiana dal secondo dopoguerra fino ad oggi. Incompiuto Siciliano elabora autonomamente o su incarico di enti pubblici ed organismi privati, studi, ricerche, piani di fattibilità e progetti sulle opere incompiute.