Me

Cosa serve davvero per proteggere lo schermo del tuo smartphone

The Wirecutter, sito affiliato al “New York Times”, ha testato vetri protettivi, custodie e assicurazioni per capire quale sia lo strumento migliore

Immagine di copertina

Cosa serve a chi ha appena comprato uno smartphone? Molte persone risponderebbero una custodia. Un telefono senza protezione è come una macchina senza paraurti, al primo incidente rischia di rompersi. Ma questo non è l’unico strumento di protezione disponibile sul mercato. Nei negozi di telefonia spesso i commessi propongono vetrini per proteggere lo schermo, assicurazioni o contratti di assicurazione.

The Wirecutter, sito affiliato al New York Times, ha testato diversi di questi strumenti e ha scoperto che alcuni di questi non allungano la vita utile del telefono.

Una soluzione parziale: il vetro protettivo

Nonostante la pubblicità, quelle piccole pellicole in plastica o vetro che aderiscono allo schermo del nostro smartphone non sempre lo salvaguardano. Le società che producono vetrini sostengono che i loro prodotti servono a prevenire i danni dovuti alla caduta del telefono.

Secondo un sondaggio di iFixit, società che produce componenti per la riparazione di strumenti elettronici, le maggiori cause di rottura dello schermo degli smartphone sono gli urti agli angoli e sui bordi del telefono. L’impatto di una caduta dello smartphone in questi punti spesso colpisce il monitor del telefono e spesso provoca la frantumazione di una parte del display.

Kyle Wiens, amministratore delegato di iFixit, ha dichiarato che chi vuole allungare la vita utile del proprio smartphone dovrebbe comprare un vetro protettivo perché questo protegge lo schermo dai graffi causati per esempio dalle chiavi di casa tenute in tasca.

È insomma vero che il vetrino aiuta a proteggere lo schermo da graffi e crepe che indeboliscono l’integrità del display ma non aspettatevi che salvi il vostro smartphone da una caduta sul pavimento.

Perché acquistare una custodia?

Per una migliore e generale protezione del telefono, la scelta migliore è senz’altro una custodia che protegge gli angoli, i bordi e il retro dello smartphone. Questo strumento assorbirà la maggior parte degli urti a cui andrà incontro ogni giorno e ne preverrà la maggior parte dei danni.

Quindi è meglio comprare una custodia o il vetro protettivo? Secondo Nick Guy, collaboratore di The Wirecutter, è meglio comprare una custodia piuttosto che un vetrino. “La maggior parte delle persone non ha bisogno di un vetrino”, sostiene Guy. “Ma siccome sono così a buon mercato, non ci sono certo degli svantaggi ad averne uno”.

In breve, se non vuoi acquistare più di un accessorio, la custodia è una scelta migliore rispetto al vetrino, visto che protegge più parti del telefono.

Lasciate perdere l’assicurazione

Molti commessi nei negozi di elettronica consigliano di acquistare un’assicurazione che permette di riparare o sostituire il telefono se danneggiato. Il problema è che il costo della maggior parte di queste assicurazioni è superiore a quanto costerebbe riparare il telefono.

Erich Arnum, redattore del WarrantyWeek, una newsletter che si occupa di assicurazioni, sostiene che questo tipo di contratti, inclusi quelli di Apple, non coprono né il furto né lo smarrimento dello smartphone, che sono due pericoli molto comuni per chi possiede un telefono.

Ma probabilmente il miglior argomento contro questo tipo di protezione è che non copre il maggior problema per la longevità degli smartphone: la batteria. Nessuna assicurazione offre la sostituzione della batteria che ha esaurito la sua vita utile.