Me

La lettera della moglie di Chris Cornell al marito

Vicky Cornell ha voluto ricordare il cantante, morto il 18 maggio, con una lettera alla rivista musicale Billboard in cui si è detta determinata a “combattere per lui”

Immagine di copertina

Nella notte tra il 17 e il 18 maggio è morto in una stanza d’albergo di Detroit, il musicista statunitense Chris Cornell, cantante 52enne noto per essere stato il frontman di due notissime band come i Soundgarden e gli Audioslave.

La moglie del cantante, Vicky, aveva chiamato un amico di famiglia e gli aveva chiesto di controllare come stesse il marito. Quando l’amico ha aperto con la forza la porta della camera d’albergo ha trovato Cornell senza vita riverso sul pavimento del bagno.

Secondo la donna, il suicidio del marito potrebbe essere stato indotto da una dose eccessiva del farmaco Ativan, un medicinale usato per curare attacchi di ansia e di panico che tra gli effetti collaterali può causare pensieri paranoici o suicidi, alterazione dell’abilità di parlare e del giudizio.

Il 24 maggio 2017 Vicky Cornell ha voluto ricordare suo marito attraverso una lettera inviata alla rivista musicale Billboard, in cui ha espresso il suo amore per lui e si è detta determinata a “combattere per lui” in futuro. Questo il testo della lettera:

Al mio dolce Christopher,

Sei stato il migliore padre, marito e genero che potesse esistere. La tua pazienza, la tua empatia e il tuo amore hanno sempre avuto modo di risaltare.

Dicevi sempre che ti avevo salvato, che non saresti vivo se non fosse stato per me. Il mio cuore brillava nel vederti felice, vivo e motivato. Entusiasta della vita. Intendo a fare tutto il possibile per restituire quello che avevi avuto. Ci siamo divertiti più che mai negli ultimi dieci anni e mi dispiace, amore mio, di non aver visto quello che ti è successo quella notte. Mi dispiace che fossi solo, e so che quello non eri tu, mio ​​dolce Christopher. Anche i tuoi figli lo sanno, quindi puoi riposare in pace.

Sono distrutta, ma mi batterò per te e mi prenderò cura dei nostri splendidi bambini. Ti penserò ogni minuto di ogni giorno e combatterò per te. Avevi ragione quando dicevi che eravamo anime gemelle. Si dice che i percorsi che si sono incrociati una volta si incroceranno di nuovo, e so che mi verrai a trovare, e io sarò qui ad aspettarti.

Ti amo più di chiunque abbia mai amato qualcuno nella storia dell’amore e più di chiunque amerà in futuro

Sempre e per sempre,

La tua Vicky