Me

Sei persone sono state arrestate in relazione all’attentato di Manchester

La polizia ha condotto un'operazione nel sud di Manchester in seguito all'attentato alla Manchester Arena che ha ucciso 22 persone

Immagine di copertina

Sei persone sono state arrestate nel Regno Unito il 24 maggio nel corso di operazioni di polizia nella periferia di Manchester. In mattinata tre uomini erano stati fermati nel sud della città per il loro presunto coinvolgimento nell’attacco terroristico avvenuto alla Manchester Arena, al termine del concerto di Ariana Grande, lunedì 22 maggio. La notizia è stata comunicata dalla polizia.

Nel pomeriggio anche il fratello minore e il padre del presunto attentatore Salman Abedi erano stati posti sotto custodia a Tripoli, in Libia.

La sesta persona arrestata è una donna che risiedeva a Blackley, nel nord della cittadina britannica.

Durante l’attacco sono morte 22 persone e altre 59 sono rimaste ferite. L’attentatore è morto facendo esplodere l’ordigno. Nella mattina del 24 maggio il ministero degli Esteri della Polonia ha fatto sapere che i due cittadini polacchi dispersi a Manchester sono morti durante l’attacco.

Un ragazzo di 23 anni era stato arrestato il 23 maggio – nella stessa zona degli arresti del 24 maggio – per essere sospettato di avere legami con l’attentato.