Me

Rouhani vince le elezioni in Iran per la seconda volta

Il candidato moderato ha sconfitto il conservatore Ebrahim Raisi con il 56,30 per cento dei voti. Affluenza al 70 per cento

Immagine di copertina

Il presidente iraniano Hassan Rouhani si avvia al suo secondo mandato alla guida del paese. I risultati delle elezioni che si sono tenute venerdì 19 maggio in Iran hanno sancito un’ampia vittoria per il candidato riformista e presidente uscente, che ha conquistato circa il 56 per cento dei voti. 

La televisione di stato si è congratulata con Rouhani per la vittoria secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters.

Il principale rivale di Rouhani era il conservatore Ebrahim Raisi, che ha ottenuto quasi il 38 per cento dei voti e ha denunciato presunte irregolarità nel voto sostenendo che i supporter del presidente in carica avrebbero compiuto atti di propaganda vietati presso le cabine elettorali.

Rouhani, 68 anni, è un politico moderato che nel 2015 ha aderito all’accordo internazionale con gli Stati Uniti e altri paesi per limitare il programma nucleare iraniano al fine di limitare le sanzioni e far crescere l’economia del paese. Il presidente statunitense Donald Trump si oppone al trattato, che tuttavia è stato rinnovato dalla Casa Bianca.

Alle elezioni ha votato il 70 per cento degli aventi diritto. Per l’alta affluenza ai seggi, il ministero dell’Interno ha deciso di estendere l’orario di voto dalle otto alle dieci di sera (ora locale), mentre in alcuni seggi si è continuato a votare fino alle 24 ora locale. 

— Leggi anche: Guida a tutte le elezioni del mondo nel 2017