Me
L’attivista che aggiunge preservativi ai peni disegnati sui muri di Londra
Condividi su:

L’attivista che aggiunge preservativi ai peni disegnati sui muri di Londra

L’idea è diventata una campagna, Protect City Cocks, volta a promuovere il sesso sicuro e a stimolare la consapevolezza dei giovani al riguardo

19 Mag. 2017

Un artista anonimo ha deciso di coprire i peni disegnati sui muri di Londra tratteggiandovi sopra un preservativo. La ragione? Una “crociata” per promuovere il sesso sicuro.

È uno dei direttori artistici della Publicis London e da qualche giorno ha avuto questa idea geniale: disegnare dei preservativi sopra ai graffiti a forma di pene sparsi per tutta Londra.

L’idea è diventata una campagna, Protect City Cocks, volta a promuovere il sesso sicuro e a stimolare la consapevolezza dei giovani al riguardo. Non a caso, in alcuni graffiti compare anche il rimando ad un sito che fornisce aiuto e consulenza ai giovani in questo ambito.

L’autore dei graffiti, che ha voluto rimanere anonimo, spiega com’è arrivato a questa idea: “Ovunque io vada, noto un sacco di peni disegnati a mano – sono letteralmente ovunque. […] Così mi sono chiesto: perché nessuno è andato a proteggerli?”. Da qui è nata l’idea di trasformarli in qualcosa di utile: dopo una breve ricerca sull’incidenza delle malattie sessualmente trasmissibili a Londra, l’artista ha deciso di “risvegliare le coscienze” attraverso i suoi graffiti.

“Se questo può aiutare ad abbassare il rischio di malattie sessualmente trasmissibili, allora considero quest’idea buona”. In effetti, quello delle malattie sessualmente trasmissibili è un problema importante, costantemente monitorato dal governo inglese e che registra a Londra le percentuali più alte.

Un report della Sanità Pubblica britannica fa notare che più di 100mila casi di questo tipo sono stati registrati a Londra nel solo 2015, e che il 36 per cento dei casi riguardava ragazzi dai 15 ai 24 anni. I giovani sono quindi una parte consistente dei casi presi in esame. Comunicare attraverso i graffiti, allora, diventa in questo caso un modo audace per rivolgersi proprio a loro e sensibilizzarli su una tematica importante.

Questi alcuni esempi dell’iniziativa:

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus