Me

Quanti casi di omofobia ci sono stati in Italia nell’ultimo anno?

In occasione della giornata internazionale contro l'omofobia l'Arcigay pubblica il suo rapporto annuale. La legge contro il fenomeno è bloccata da anni in Senato

Immagine di copertina

Nell’ultimo anno in Italia sono stati 196 gli episodi di omofobia e transfobia censiti dall’associazione Arcigay nel rapporto pubblicato il 17 maggio 2017 in occasione della giornata internazionale contro l’omofobia. II numero degli episodi rilevati è quasi raddoppiato in un anno, dato che nel rapporto precedente gli atti omofobi censiti erano 104.

Il report si basa sul monitoraggio delle fonti giornalistiche da maggio 2016 a oggi, per cui il dato rappresenta solo la punta dell’iceberg del fenomeno.

“Non si tratta di un censimento esaustivo del fenomeno semmai di una fotografia che permette di distinguere i contesti e le forme in cui si verifica”, ha spiegato Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay.

Le persone della comunità Lgbt, percepite come soggetti deboli e vulnerabili, sono spesso vittime di ricatti, rapine, e agguati. Il numero di episodi segnalati dai giornali indica una frequenza di circa un caso ogni tre giorni.

Tra gli episodi di omofobia denunciati, ben 62 rientrano tra le “vicende istituzionali”, cioè si riferiscono a casi in cui gli atti contro la comunità Lgbt hanno come responsabile un rappresentante istituzionale, luoghi istituzionali, o realtà che tentano di confezionare discorsi discriminatori in contenitori “autorevoli”, ad esempio convegni.

Un numero definito “esorbitante” dal segretario Arcigay, sul quale pesa anche l’approvazione della legge sulle unioni civili e i sindaci che hanno tentato di intralciarne la piena applicazione. Altre 15 storie si riferiscono a episodi di bullismo a scuola, aggravate dal fenomeno del cyberbullismo e delle baby gang.

“Nonostante l’approvazione della legge sulle unioni civili si registrano ancora casi di discriminazione delle persone lgbt, da sole o in coppia, escluse da negozi, offerte commerciali, luoghi. Si contano 12 casi che sono però, evidentemente, solo la punta di un iceberg”, denuncia Piazzoni che richiama l’attenzione sulla legge contro l’omofobia, approvata alla Camera il 19 settembre del 2013 ma da allora rimasta bloccata al Senato.

— Leggi anche: Perché il 17 maggio si celebra la giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia