Me

Veicoli futuristici in gara alla Shell Eco-marathon di Londra

La manifestazione, alla quale partecipano 192 team provenienti da 27 paesi europei, intende promuovere i principi di protezione dell’ambiente e dell’efficienza energetica

Immagine di copertina

Gli studenti italiani si confermano ancora una volta protagonisti della Shell Eco-marathon, la gara automobilistica riservata a veicoli ad alta efficienza energetica che si terrà a Londra e alle cui fasi finali prenderanno parte ben 5 team di studenti italiani, appartenenti a tre università e ad una scuola superiore del nostro paese.

Dal 25 al 28 maggio, lungo le strade del Queen Elizabeth Olympic Park, sfrecceranno infatti i veicoli futuristici disegnati e costruiti dai ragazzi dell’Università degli Studi di Catania, del Politecnico di Torino, del Politecnico di Milano e dell’ITIS Leonardo da Vinci di Carpi.

La manifestazione, alla quale partecipano ben 192 team provenienti da 27 paesi europei, intende promuovere i principi di protezione dell’ambiente e dell’efficienza energetica a livello globale, incoraggiando gli studenti di tutto il mondo a progettare e costruire dei prototipi in grado di percorrere la maggior distanza possibile con l’impiego del minor quantitativo di energia.

In questa 33esima edizione, l’Italia è chiamata a replicare i grandi risultati raccolti nell’edizione 2016: l’anno scorso, infatti, il team italiano H2polit0 – molecole da corsa del Politecnico di Torino, con il veicolo “IDRAkronos”, ha ottenuto il primo posto nella categoria prototipi alimentati a idrogeno, percorrendo ben 737 km con un solo metro cubo di combustibile: una distanza maggiore di quella che separa Torino da Roma.