Me

Ecco dove si trova la Corea del Nord per gli statunitensi

Per molti cittadini degli Stati Uniti, Pyongyang è il peggior nemico del loro paese, ma molti di loro non sono riusciti a individuare in quale zona del mondo si trovi

Immagine di copertina

Secondo alcuni sondaggi, i cittadini statunitensi vedono la Corea del Nord in cima alla lista dei nemici del loro paese. Una minaccia concreta ma, probabilmente, poco conosciuta. Un esperimento condotto da Kyle Dropp a fine aprile, su richiesta del New York Times, svela come molto delle persone interpellate non siano in grado di identificare la Corea del Nord su una mappa. Solo il 36 per cento degli intervistati è stato in grado di collocare correttamente il paese sulla cartina geografica.

Nell’immagine pubblicata dal New York Times si può vedere come hanno risposto i cittadini statunitensi e dove hanno collocato la Corea del Nord:

Credit: The New York Times

C’è chi ha indicato la Corea del Nord al posto dell’India, della Cina, del Giappone e di tanti altri paesi asiatici e mediorientali.

Secondo quanto mostra lo studio, coloro che sono in grado di trovare Pyongyang tendono a preferire una strategia diplomatica rispetto a una soluzione militare. In particolare, prediligono l’idea di imporre maggiori sanzioni economiche, aumentare la pressione sulla Cina per influenzare la Corea del Nord e condurre cyber attacchi contro gli obiettivi militari del paese.

Chi conosce la posizione di Pyongyang, inoltre, è meno propenso a inviare truppe di terra rispetto a coloro che non sono stati in grado di trovare il paese su di una cartina.

Credit: The New York Times

Inoltre, chi conosce geograficamente il paese asiatico tende a non essere d’accordo con l’idea che gli Stati Uniti non dovrebbero far nulla sulla questione nordcoreana.

Differenziando i gruppi di rispondenti in base alla loro appartenenza politica, i ricercatori hanno mostrato che gli uomini vicino al partito Repubblicano sono stati più bravi a collocare correttamente la Corea del Nord rispetto a quelli Democratici. E proprio i Repubblicani si sono detti più favorevoli a una soluzione diplomatica. Per quanto riguarda le donne, invece, i risultati sono stati simili, indipendentemente dal credo politico.

Credit: The New York Times

Un altro fattore sulla base del quale sono state divise le risposte degli intervistati è stato quello educativo. Chi ha titoli di laurea specialistica è riuscito maggiormente a individuare la Corea del Nord. Gli unici a far meglio di loro sono state le persone che hanno dichiarato di conoscere persone con origini coreane. 

Chi ha visitato un paese straniero ha ottenuto risultati migliori rispetto a chi non l’ha mai fatto.

Altro elemento valutato è stata l’età. Quasi la metà degli over 65 ha trovato la Corea del Nord sulla mappa. Forse, per alcuni di loro, la guerra di Corea terminata nel 1953 è un ricordo che ha influenzato le risposte.