Me

Donald Trump nega di essere sotto indagine dell’Fbi

“Non c'è alcuna collusione tra me e i membri della mia campagna e la Russia”, ha ribadito il presidente dopo il licenziamento del capo dell'Fbi James Comey

Immagine di copertina

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sostiene di non essere coinvolto in nessuna indagine dell’Fbi, dopo aver licenziato James Comey, direttore dell’agenzia investigativa. Trump ha detto che Comey voleva mettersi in mostra.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

In un’intervista rilasciata a Nbc News il presidente ha aggiunto inoltre che la decisione di licenziare Comey è stata soltanto sua. 

L’ex direttore dell’Fbi era a capo di un’indagine sui presunti legami tra esponenti della campagna di Trump e Mosca. Trump aveva liquidato l’indagine come una “farsa”, un’affermazione contradetta dal successore ad interim di Comey, Andrew McCabe.

“Non c’è alcuna collusione tra me e i membri della mia campagna e la Russia”, ha ribadito Trump portando avanti la tesi già espressa nella lettera di licenziamento di Comey. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata