Me

La mappa dei paesi che guadagnano di più dal turismo

Nei primi dieci posti della classifica che è guidata dagli Stati Uniti ci sono le principali economie mondiali

Immagine di copertina

Si dice spesso che il turismo possa essere il volano dell’economia di alcuni paesi. In Italia la questione del patrimonio culturale non valorizzato a sufficienza per trasformato in una risorsa economica ritorna periodicamente. Una mappa mostra l’impatto del turismo sull’economia nel mondo, in particolare nei paesi in cui il flusso turistico è di un certo rilievo. 

Il sito howmuch.net ha analizzato i dati del World Economic Forum relativi ai paesi in cui si registra l’esistenza di un grosso business turistico e quelli che si riferiscono agli stati che fanno dipendere la loro economia principalmente dagli arrivi e dall’accoglienza di persone dall’estero.

Nella top ten dei paesi in cui il turismo raggiunge ricavi molto elevati ci sono le principali economie mondiali: Stati Uniti, Cina, Germania, Giappone, Regno Unito e Francia. Le cifre toccate dall’industria del turismo nella parte alta della classifica vanno dai 488 miliardi di dollari degli Stati Uniti ai 56 miliardi di dollari del Brasile.

Viene poi evidenziata in fucsia nella mappa una seconda categoria nella quale figurano gli stati che fanno dipendere il loro prodotto interno lordo soprattutto dal turismo. Si tratta per la maggior parte di paesi poveri come Malta, Thailandia e Jamaica. Particolare tra questi è il caso dell’Islanda che con una popolazione di circa 330mila abitanti in un anno riceve un flusso turistico superiore ai suoi residenti.

In blu sono colorati i paesi che non ricavano molto dall’industria del turismo. In tutto sono cinque gli stati che hanno una percentuale di incidenza di questo business sul pil inferiore al 2 per cento: Ucraina, Russia, Polonia, Canada, Corea.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata