Me

Emmanuel Macron è il nuovo presidente della Repubblica francese

Il candidato del movimento En Marche! ha sconfitto la candidata del Front National Marine Le Pen e per cinque anni guiderà la Francia succedendo a François Hollande

Immagine di copertina

Da quanto emerge dagli exit poll diffusi alle ore 20 di domenica 7 maggio dalla tv francese, il vincitore del ballottaggio e quindi prossimo presidente della Repubblica francese è il candidato del movimento En Marche! Emmanuel Macron, che, con il vantaggio ottenuto nei primissimi dati, ha quindi sconfitto la candidata del Front National Marine Le Pen.

Secondo gli exit poll, Macron è arrivato al 65,1 per cento, Le Pen al 34,9. Ora si attendono i dati dello spoglio, che verranno diffusi nelle prossime ore.

Già alle 20:10 Marine Le Pen ha riconosciuto la sconfitta, dicendo di fronte a un pubblico di suoi sostenitori di aver chiamato Macron per congratularsi e per augurargli ogni successo di fronte alle immense sfide che ha di fronte.

Questo un profilo del candidato realizzato da Francesco Maselli per TPIChi è Emmanuel Macron.

Circa 47 milioni di cittadini francesi aventi diritto al voto erano chiamati alle urne per eleggere il nuovo presidente della Repubblica. Le urne si sono aperte alle 8 del mattino e si sono chiuse alle 20.

 QUI PUOI SEGUIRE LA DIRETTA DELLE ELEZIONI FRANCESI DI TPI

Domenica 23 aprile gli elettori erano stati chiamati a scegliere tra undici candidati: Nathalie Arthaud (Lutte Ouvriere), François Asselineau (UPR), Jacques Cheminade (Solidarité et progrès), Nicolas Dupont-Aignan (Debout la France), François Fillon (Repubblicani), Benoît Hamon (Partito Socialista), Jean Lassalle (Resistons), Marine Le Pen (Front National), Emmanuel Macron (En Marche!), Jean-Luc Mélenchon (La France insoumise) e Philippe Poutou (NPA).

Sia il candidato repubblicano che quello socialista avevano ammesso la sconfitta e avevano dichiarato il loro sostegno, in vista del ballottaggio, a Macron, per sconfiggere l’estrema destra di Marine Le Pen. Aveva fatto sapere di lasciare libertà di coscienza, invece, il candidato della sinistra radicale Melenchon.

Per la prima volta nella storia della quinta Repubblica né il partito socialista né quello repubblicano hanno raggiunto il ballottaggio. I due partiti, finora, avevano sempre governato il paese. 

— LEGGI ANCHE: Tutto quello che c’è da sapere sulle elezioni presidenziali francesi

— LEGGI ANCHE: Come funzionano le elezioni presidenziali in Francia

— LEGGI ANCHE: Chi è Emmanuel Macron

— LEGGI ANCHE: Chi è Marine Le Pen

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata